Shock in sala parto: neonato decapitato per manovre sbagliate

Prospera Giambalvo
Gennaio 11, 2019

Come riportano le fonti indiane, i due infermieri che si sono occupati del parto senza l'assistenza di un medico, avrebbero deciso di velocizzare il parto, in quanto la madre aveva forti dolori e ci potevano essere complicazioni per il bambino, tirando però il corpicino del piccolo con troppa forza, tanto da dividerlo in due, lasciando la testa nell'utero della madre.

I due infermieri sono stati già sospesi dal servizio. La notizia è stata diffusa dal quotidiano Times of India. Dopo la decapitazione del nascituro, la donna è stata trasferita d'urgenza all'ospedale di Jodhpur. I medici l'hanno sottoposta a una delicata operazione per rimuovere la testa.

Il ministro della salute del Rajasthan, Raghu Sharma ha ordinato un'inchiesta per fare chiarezza sull'orribile caso che ha scosso il dipartimento della salute dello Stato. "I colpevoli saranno puniti e verranno intraprese azioni severe dopo le indagini" ha assicurato. Lo hanno consegnato alla polizia solo dopo la denuncia presentata dalla famiglia.

Sembra che al momento del parto non fosse presente alcun medico ad assistere gli ostetrici. Il bambino era per metà fuori, quando la donna è arrivata in clinica. "Era un neonato prematuro".