Scrittore francese

Scrittore francese "non posso amare le 50enni, sono troppo vecchie"

Quintino Maisto
Gennaio 11, 2019

"Il corpo di donna di 25 è straordinario. Le trovo vecchie", con queste parole Yann Moix, scrittore e sceneggiatore francese che ha superato da un pezzo i 40, ha attirato su di sé "l'ira" di tutte le donne del pianeta scatenando una vera e propria "bufera" social.

Una donna può sentirsi sexy e attraente anche dopo i 50 anni? Moix, scrittore e regista, vincitore del premio Renaudot nel 2013 con "Naissance", non è nuovo alle provocazioni e qualche mese fa aveva suscitato un vespaio accusando la polizia di violenze indiscriminate contro i migranti a Calais.

Vi dico la verità, a 50 anni sono incapace di amare una donna di 50 anni. Semplicemente, "non mi verrebbe nemmeno in testa, per me sono invisibili". Si è dichiarato non responsabile per i suoi gusti e per le sue inclinazioni e di aver espresso solo un'opinione, dettata dalle esperienze avute nella vita, che lo hanno portato a innamorarsi sempre di donne più giovani. Ha inoltre confessato la sua preferenza per le asiatiche, che siano cinesi, giapponesi o coreane, non importa, l'unica cosa che per lui conta è che abbiano gli occhi a mandorla. "Molti non sarebbero in grado di confessarlo perché è razzista - prosegue Moix - forse è triste e riduttivo per le donne con cui sto, ma il genere asiatico è abbastanza ricco, ampio e infinito da non farmi provare vergogna".

Lo scrittore Yann Moix rilascia a Marieclaire alcune dichiarazioni sulle cinquantenni che gli tirano addosso gli strali di numerose persone. L'attrice e popolare animatrice tv Valerie Damidot è stata la più diretta e non ha usato mezzi termini: "ehi, amico, noi cinquantenni non abbiamo proprio voglia del tuo mini-pisello, buon anno.". E poi non includere l'intelligenza, il pensiero nella gradevolezza di una donna, e questo da un intellettuale, come Yann Moix. "Ma si rende conto che è orribile?", domanda allora la giornalista.