Norvegia, rapita la moglie di un miliardario: chiesto riscatto in criptovaluta

Norvegia, rapita la moglie di un miliardario: chiesto riscatto in criptovaluta

Prospera Giambalvo
Gennaio 11, 2019

Anne-Elisabeth Falkevik, 68 anni, moglie del milionario norvegese Tom Hagen, non è scomparsa, ma è stata rapita. Sposata con un uomo d'affari che ha fatto fortuna nel settore immobiliare ed energetico, la sessantunenne Anne-Elisabeth Falkevik è scomparsa il 31 ottobre, secondo quanto riferito dal quotidiano Verdens Gang. L'ipotesi è stata confermata dalla notizia secondo cui nella casa sarebbe stata ritrovata una lettera lasciata dai malviventi. Il rapimento è stato tenuto nascosto perchè i sequestratori avevano minacciato di uccidere la donna se la polizia fosse stata coinvolta o che la notizia sarebbe arrivata ai media locali.

La polizia, oggi, ha quindi deciso di divulgare alcune informazioni sul caso, nella speranza che qualcuno in possesso di notizie utili si faccia avanti.

Eppure, per strano che possa sembrare, il fenomeno non è più una rarità.

Questa peculiarità l'ha resa l'opzione migliore per i rapitori, rispetto, ad esempio, ai più famosi e regolamentati bitcoin. Nella conferenza stampa di mercoledì ha poi confermato il rapimento e la richiesta di riscatto, precisando di aver consigliato alla famiglia di non pagare. Il primo episodio del genere si era verificato nel 2015, quando un gruppo aveva rapito un cittadino canadese in Costa Rica, chiedendo mezzo milione di dollari in bitcoin in cambio della liberazione dell'ostaggio. La coppia ha tre figli e secondo Aftenposten "non c'è niente nella loro casa che indichi che siano tra i più ricchi della Norvegia". Si tratta infatti di un noto e apprezzato immobiliarista, con alle spalle un patrimonio - stimato - di più di un miliardo e mezzo di corone norvegesi, circa 170 milioni di euro.