Migranti a Malta, Salvini furioso. Il vertice con Conte rischia di saltare

Migranti a Malta, Salvini furioso. Il vertice con Conte rischia di saltare

Prospera Giambalvo
Gennaio 11, 2019

Perché da una parte Giuseppe Conte conferma "l'impegno di accogliere" i migranti della Sea Watch e della Sea Eye e precisa che "in attesa dei trasferimenti chiederà un incontro urgente con Avramopoulos (il commissario europeo alle migrazioni) per far eseguire la ricollocazione degli oltre duecento migranti che da agosto l'Italia aspetta siano accolti" da nove Paesi europei che non hanno dato seguito agli impegni. La mancata riforma del trattato di Dublino III e l'assenza di un meccanismo automatico di redistribuzione fra i Paesi europei creano infatti, ripetutamente, situazioni caotiche alla prova dei fatti. Lo si legge in una nota del governo della Valletta, che "desidera ricordare che diversi giorni prima di questo caso, Malta aveva coordinato il primo caso di ridistribuzione volontaria Ue dalla nave Lifeline" da cui "l'Italia si era impegnata ad accogliere 50 Migranti". Non bisogna meravigliarsi che tra due forze politiche ci sia una competizione leale, e' normale che sia cosi', alla fine le cose si risolvono tutte": "così il vicepremier, Luigi Di Maio, ai cronisti a margine di un congresso al Palazzo dei congressi all'Eur. Solo la Francia ha sempre rispettato gli accordi, per il resto l'Italia accoglie ancora 141 persone delle 447 arrivate a luglio a Pozzallo e una decina della Diciotti. "Aggiungo che ogni nuovo eventuale arrivo dovrà essere a costo zero per i cittadini Italiani", sostiene il Carroccio.

"L'immigrazione la gestisce il ministro dell'Interno".

La sortita del capo politico del M5s ha creato imbarazzo al premier Conte, il quale, per non minare i suoi rapporti diplomatici con l'Eliseo, ha provato a disinnescare il caso dicendo che Di Maio si era espresso nella veste di leader politico e non di rappresentante del governo. "Assolutamente no. Su questo il governo è compatto, il governo assolutamente non cambia idea sul fatto che occorre una linea di rigore". Abbiamo fatto una manovra economica dopo mille difficoltà, imposte dall'Europa. Poi, ognuno si prende le responsabilità delle sue scelte. E non si correva il rischio di ritrovarsi senza gli uni e gli altri dopo aver esaurito del tutto anche la stagione della sostituzione della classe politica con quella dei tecnocrati. Tema: che fare con i migranti della Sea Watch e della Sea Eye appena sbarcati a Malta. "E i porti sono e rimangono chiusi, perché gli scafisti non devono più mettere piede in Italia".