Allarme meningite, studentessa in terapia intensiva - La Voce di Rovigo

Allarme meningite, studentessa in terapia intensiva - La Voce di Rovigo

Prospero Rigali
Gennaio 10, 2019

Nel primo caso, una studentessa 19enne di Lagnasco, iscritta all'Università di Padova, è stata ricoverata in terapia intensiva all'ospedale Sant'Antonio di Padova. La giovane - secondo Ansa - non sarebbe in pericolo di vita e le sue condizioni sarebbero in lento miglioramento.

Due casi di meningite da meningococco si sono registrati nelle ultime ore a Padova e nella bassa reggiana. La ragazza originaria di Lugnasco (Cuneo), domiciliata a Padova dove frequenta i corsi universitari, ha trascorso le festività natalizie nel paese d'origine, per poi rientrare a Padova il 31 dicembre per festeggiare il Capodanno in una casa privata di Venezia. "I primi sintomi con febbre elevata, cefalea, vomito, diarrea, si sono manifestati il 6 gennaio - spiega la nota -". I medici dell'Uls 6 hanno già rintracciato e sottoposto a profilassi una ventina di persone: i coinquilini della ragazza, i suoi amici, i ragazzi che avevano frequentato la festa di Capodanno a Venezia, gli operatori dell'ambulanza e del pronto soccorso. Coloro che sono entrati in contatto con la ragazza nelle aule studio universitarie di Padova non sono considerati "contatti stretti" e non necessitano di profilassi; si è comunque ritenuto opportuno informare l'utenza per una sorveglianza sanitaria, come previsto dalle linee guida ministeriali.

Non essendo possibile rintracciare tutte le persone che le hanno frequentate, sono stati informati i responsabili ed è stata preparata una lettera da esporre in pubblico in modo da informare gli interessati; il Servizio di Igiene Pubblica della sede di Via Ospedale 22 a Padova è disponibile per informazioni e per l'eventuale profilassi per i contatti stretti, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13.