Banca Mondiale, lascia il presidente

Banca Mondiale, lascia il presidente

Prospera Giambalvo
Gennaio 9, 2019

Il Presidente della Banca Mondiale, il cui mandato avrebbe avuto scadenza naturale nel 2022, non ha ancora reso note le motivazioni di questa sua repentina decisione ma ha puntualizzato che, una volta liberato dalla carica, tornerà nel settore privato e, precisamente, negli investimenti per le infrastrutture nei paesi in via di sviluppo.

Una tradizione non scritta vuole che gli succeda un altro statunitense, com'è sempre stato dalla fondazione.

Quando Kim è stato scelto da Barack Obama, la sua nomina si è scontrata, in una prima assoluta, con i candidati di Nigeria e Colombia. Ma alla fine Kim l'ha spuntata e questo anche perchè gli Stati Uniti sono il maggiore 'azionista' della Banca Mondiale con il 16% dei diritti di voto. Le motivazioni del suo addio improvviso non sono chiare.

La Banca Mondiale, ha detto Kim sarà riuscito Feb. 1, su base provvisoria, da Kristalina Georgieva, il suo amministratore delegato e del comitato esecutivo della banca sarebbe di avviare immediatamente il processo per la selezione di un successore permanente per Kim.

Durante il suo mandato Kim è però stato soprattutto criticato.