Padova, tecnica innovativa: rimosso tumore senza aprire il torace

Padova, tecnica innovativa: rimosso tumore senza aprire il torace

Prospero Rigali
Gennaio 4, 2019

"E' la prima volta al mondo e ora il paziente è in recupero e tornerà presto alla sua vita normale".

"La prima mondiale portata a compimento con successo da una task force di chirurghi dell'Azienda ospedaliera di Padova chiude nel migliore dei modi un anno di successi della sanità veneta e costituisce un viatico di progresso scientifico non solo per il 2019, ma per gli anni a venire".

Presso l'ospedale di Padova una equipe di 28 specialisti ha effettuato un intervento chirurgico, valendosi di una tecnica innovativa utilizzata per la prima volta al mondo, per la rimozione di un tumore renale che si era esteso al cuore, senza aprire il torace del paziente. Su un paziente di 77 anni, affetto da numerose patologie e già sottoposto ad intervento di triplice by-pass aorto-coronarico, è stata scoperta durante una visita di controllo una patologia renale.

"Nel caso specifico, per la presenza delle numerose patologie ed in particolare per il pregresso intervento con i bypass localizzati nei siti chirurgici strettamente connessi alla riapertura, l'approccio tradizionale era proibitivo", ricordano gli specialisti.

Coordinati e capitanati dal professore Gino Gerosa i chirurghi hanno studiato a tavolino il caso clinico . E' stato optato per l'approccio innovativo microinvasivo con sistema AngioVAC e entrando nel vivo dell'intervento i professionisti si sono susseguiti per specialità, alternandosi al tavolo operatorio come in una staffetta. I chirurghi epatobiliari, invece, hanno isolato il fegato.

"Il nuovo approccio con l'inserimento, senza incisioni chirurgiche, della cannula di aspirazione a livello di una vena del collo collegata a una pompa centrifuga e ad un filtro ha permesso come un'aspirapolvere l'aspirazione ad alto flusso del tumore", si legge ancora nel documento. Con un intervento di 12 ore, i cardiochirurghi in collaborazione con i cardioanestesiti ed i perfusionisti hanno rimosso il tumore dall'interno del cuore, senza aprire il torace, a cuore battente, senza l'ausilio del bypass cardiopolmonare totale con una solo incisione a livello dell'inguine.

Gli urologi procedono con l'apertura dell'addome e l'isolamento della vena cava inferiore e del rene di destra. Grazie alla buona riuscita dell'intervento potrà quindi tornare presto alla vita di tutti i giorni. L'intervento "è stato portato a termine 'aspirando' la massa senza aprire il torace con una nuova tecnica". Attraverso questa cannula è stato poi aspirato il tumore.