Gli animali domestici in casa difendono i bambini dalle allergie - Salute & Benessere

Gli animali domestici in casa difendono i bambini dalle allergie - Salute & Benessere

Prospero Rigali
Dicembre 29, 2018

Avere animali domestici in casa abbasserebbe il rischio di allergie dei bambini.

Quando si è esposti a sostanze estranee l'organismo può reagire scatenando le allergie. A dirlo, un recente studio pubblicato sulla rivista PLoS One e diffuso dal giornale britannico New Scientist.

Maggiore è la frequenza di contatto da piccoli con animali domestici, ad esempio cani e gatti, minore è il rischio di sviluppare allergie per i bambini, o eczema e asma. La prima ha coinvolto 1029 bambini di 8-9 anni ed è emerso che se l'incidenza di allergie è del 49% tra i piccoli che nel primo anno di vita non hanno avuto contatti con animali domestici, il tasso scende al 43% tra i bimbi che da piccoli hanno vissuto con un animale in casa, al 24% per i bambini che hanno vissuto con tre animali. I nostri animali domestici sono una parte enorme della nostra vita e possono rendere la nostra vita quotidiana migliore, ha detto James Lys del Mercure Stratford-upon-Avon, che ha commissionato il sondaggio. è in forte aumento il numero delle persone che portano i loro animali domestici, in particolare i loro cani, viaggiando con loro per condividere l'esperienza.

Il risultato arriva dall'analisi di due ricerche precedenti che avevano indagato l'incidenza di allergie tra i bambini svedesi.

Tutti questi dati dimostrano, quindi, che esiste una relazione positiva tra l'esposizione agli animali domestici dei bambini e con il minore rischio di sviluppare le allergie.

Nel secondo studio sono stati monitorati 249 bambini dalla nascita fino ai 8-9 anni. Quelli che non erano cresciuti a contatto con animali avevano sviluppato allergie nel 48% dei casi, per i piccoli che avevano invece un animale in casa la percentuale scendeva al 35% mentre chi aveva avuto la fortuna di stare insieme in casa con 2 o più animali vedeva il rischio dimezzato al 21%.

Il dottor Hesselmar è convinto del fatto che gli animali siano portatori di microbi che stuzzicano il nostro sistema immunitario, e proprio il tenere "allenato" il sistema immunitario creerebbe nei bambini una sorta di resistenza agli allergeni. Non a caso - sottolineano i ricercatori - anche trascorrere molto tempo all'aperto e giocare spesso con altri bambini (in entrambi i casi, un'occasione per incontrare nuovi batteri e virus) sembra proteggere dallo sviluppo di allergie.