La NASA ha avvertito dell'avvicinarsi alla Terra di un asteroide

La NASA ha avvertito dell'avvicinarsi alla Terra di un asteroide "delle feste"

Saba Mula
Dicembre 26, 2018

L'asteroide ha raggiunto il punto di massimo avvicinamento alla Terra a 2,9 milioni di chilometri dalla Terra, una distanza "ravvicinata" mai raggiunta negli ultimi quattro secoli. Approfittando dalla breve assenza della cometa delle feste, 46P/Wirtanen, cancellata per qualche giorno dalla Luna piena, l'asteroide 2003 SD220 ha salutato la Terra passando alla distanza di 2,9 milioni di chilometri. Nel 2070 tornerà e sarà ancora più vicino, osservano gli esperti della Nasa.

L'asteroide di Natale, caratterizzato da una curiosa forma che ricorda un ippopotamo, ha 'sfiorato' la Terra. Le immagini della formazione rocciosa sono giunte grazie al coordinamento tra il Goldstone Deep Space Communications Complex in California, il Green Bank Telescope della National Science Foundation in West Virginia e l'Osservatorio di Arecibo a Puerto Rico.

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Secondo Lance Benner del Jet Propulsory Laboratory della Nasa "le immagini radar hanno permesso di raggiungere un dettaglio senza precedenti, confrontabile a quello possibile da una missione spaziale".

Dai primi dati arrivano inoltre le conferme che l'asteroide ruota su se stesso molto lentamente, in circa 12 giorni, e in modo molto complesso e poco comune fra gli altri asteroidi vicini alla Terra, i cosiddetti Neo (Near Earth Observatory). Scoperto il 29 settembre del 2003, l'asteroide è stato inizialmente classificato come "potenzialmente pericoloso" per il nostro pianeta, ma una serie di misurazioni successive hanno smentito ogni tipo di minaccia per la Terra.