Tumori al cervello, nuovo studio:

Tumori al cervello, nuovo studio: "Non c’è legame con i telefoni cellulari"

Prospero Rigali
Dicembre 17, 2018

I cellulari, che ormai chiamiamo smartphone, non sarebbero causa di tumori al cervello (glioma, glioblastoma e meningioma), non esisterebbe dunque una relazione diretta tra il loro uso e lo sviluppo della malattia.

In Australia non c'è stato un aumento di nessun tipo di cancro al cervello collegabile all'utilizzo dei telefoni cellulari. "I tassi di tumori cerebrali sono rimasti piuttosto stabili nei decenni e non si è registrata una crescita di uno specifico tipo di tumore cerebrale - scrivono gli autori -".

Lo studio, finanziato dal governativo National Health and Medical Research Council, conferma che l'incidenza di cancro al cervello, dopo gli aggiustamenti per l'età dei pazienti, è rimasta stabile tra il 1982 e il 2013.

In realtà gli studi hanno evidenziato un aumento di casi di glioblastoma fra il 1993 e il 2002, ma i ricercatori lo spiegano con i miglioramenti diagnostici resi possibili dalla tecnologia MRI. "Non vi è stato aumento di gliomi del lobo temporale, che è la posizione più esposta, durante il periodo di uso sostanziale di telefoni mobili", precisa.