#romanonfalastupida: i manifesti contro la Lega a Roma

#romanonfalastupida: i manifesti contro la Lega a Roma

Prospera Giambalvo
Dicembre 6, 2018

A Roma sono comparsi una serie di manifesti che attaccano la manifestazione della Lega in programma per l'8 dicembre a Piazza del Popolo. "Piazza del popolo, quale nome migliore.", ha rimarcato.

Ma non tutti daranno il benvenuto al vicepremier e ministro dell'Interno. Da qualche ora, sempre più persone stanno aderendo a #romanunfalastupida.

L'hashtag è #romanonfalastupida, e sui manifesti ironici compaiono facce di noti personaggi della romanità o della storia della Roma antica, ognuno a suo modo indignato per la presenza dei salviniani in città. C'è la Sora Lella - "La Lega a Roma?". Poi è passato ad un commento più serio sui suoi rapporti con l'Unione europea: "È andata bene, sono stato premiato in Europa, non sono abituato. E' come a carbonara co a' panna" - Tomas Milian - "E poi sarei io il monnezza" - l'imperatore Giulio Cesare che alla notizia della manifestazione esclama: "E' n'artra cortellata".

Adesso è il turno degli anti-testimonial.

La faccia del rapper infatti, così come quella di tanti altri celebri contestatori del Carroccio, viene accompagnata in questa sorta di volantino virtuale della Lega - tutt'ora facilmente individuabile on line, dato che campeggia sulla pagina Instagram di Salvini - ai dettagli logistici della manifestazione, oltre che dall'emblematica frase: "Lui non ci sarà [VIDEO]".

Tra coloro che sono stati, loro malgrado, scelti, per la promozione dell'evento ci sono Roberto Saviano, Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, Paolo Gentiloni, Piero Fassino, Mario Monti, Elsa Fornero e Laura Boldrini, Jean Claude Juncker e il presidente francese Emmanuel Macron.