Lettera su Dio di Einstein all'asta per 2,89 milioni di dollari

Lettera su Dio di Einstein all'asta per 2,89 milioni di dollari

Prospera Giambalvo
Dicembre 6, 2018

È stata venduta all'asta da Christie's a New York per 2,89 milioni di dollari la "lettera su Dio" di Albert Einstein.

La lettera è rivolta al filosofo tedesco Eric Gutkind, in risposta al suo libro del 1952, "Choose Life: The Biblical Call to Revolt", che lesse per volere del matematico e filosofo olandese L.E.J.

"La parola Dio per me non significa altro che l'espressione, il prodotto della debolezza umana, la Bibbia una collezione di venerabili ma ancora piuttosto primitive leggende", scriveva nel 1954 lo scenziato.

"Nelle ultime ore non si fa altro che parlare della" lettera su Dio" di un genio della fisica, ovvero Albert Einstein.

Non è la prima volta che una lettera di Einstein viene contesa all'asta, ma questa ha superato tutti i record: sino a qualche anno fa apparteneva ancora agli eredi del destinatario, la famiglia Gutkind, che l'aveva ceduta per quattrocentomila dollari.

Non furono poche le lettere in cui lo scienziato tedesco provava a dibattere con i più grandi pensatori dell'epoca sul tema di Dio tanto nella sua religione di origine, l'ebraismo, quanto nella dottrina della Chiesa cristiana: ebbene, come ebbe a dire Walter Isaacson (autore di una biografia del 2008) "nessuno dovrebbe basarsi solo su una lettera per risolvere i dubbi sull'idea di Einstein sull'esistenza di un essere supremo". "Alla luce della mia esperienza, non sono migliori di altri gruppi umani, anche se sono protetti dai peggiori eccessi dalla loro mancanza di potere". Pertanto penso che ci capiremmo abbastanza bene se parlassimo di cose concrete. Può darsi anche che pretendere che l'autorevolezza degli scienziati si estenda alla teologia anche quando rimasticano vecchi concetti filosofici sia una superstizione: certo non primitiva, avveniristica quanto volete, ma sempre superstizione rimane. Chiunque sia veramente impegnato nel lavoro scientifico si convince che le leggi della natura manifestano l'esistenza di uno Spirito immensamente superiore a quello dell'uomo, e di fronte al quale noi, con le nostre modeste facoltà, dobbiamo essere umili. Voglio sapere come Dio creò questo mondo.