Trentino Volley campione del mondo per la quinta volta

Trentino Volley campione del mondo per la quinta volta

Minervino Buccola
Dicembre 5, 2018

A meno di ventiquattrore di distanza dalla finale vinta per 3-1 a Czestochowa sulla Cucine Lube Civitanova, la Trentino Diatecx neo Campione del Mondo di volley ha fatto rientro a Trento. Il Fakel si innervosisce, soffre in ricezione e fatica in attacco: Trento dilaga (20-11 e 23-13) portandosi a casa in fretta il punto della parità nel computo dei parziali (25-14 con Vettori scatenato a rete). Tante le vittorie italiane dalla prima edizione disputata nel 1989: nell'albo d'oro, infatti, figurano anche i successi di Parma, Milano e Ravenna, prima del dominio trentino che ricomincia di nuovo. Queste le parole del patron apparse sul sito ufficiale della Diatecx.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 20, D'Hulst, Marchisio (l) n.e., Juantorena 19, Massari, Stankovic 9, Diamantini n.e., Leal 14, Sander n.e., Cantagalli, Cester, Simon 13, Bruninho 3, Balaso (l). All.

Giannelli infila un grande turno al servizio, che proietta i gialloblù al +7 (14-7). Medei interrompe il gioco e alla ripresa arriva la risposta della Lube, che con Juantorena a muro ed un errore di Russell a rete ricuce sino al 15-14. Ma Perugia, Modena e Civitanova devono fare i conti con la formazione capitanata da un talento come il palleggiatore azzurro Simone Giannelli, che ha stravinto la sfida con il brasiliano della Lube, Bruno, uscito nel quarto set.

La Lube inizia con i muri di Bruno e Sokolov che permettono ai cucinieri di staccare subito i polacchi (6-3), Juantorena (7 punti e 86% nel set) è inarrestabile in attacco e allarga ancora il divario (9-5). E' lo spunto decisivo, perché poi i biancorossi non riescono più a replicare e cedono anzi sul 25-20. La Lube passa a condurre sul 9-10 e poi sul 10-12 con il muro dello stesso capitano dei cucinieri. I gialloblù rispondono con Russell in attacco (15-15) e poi allungano con Kovacevic al servizio (19-15). Punteggio finale 3-1 (25-20, 22-25, 25-20, 25-18).

"Ci tenevamo a rendere merito alla nostra Società, che aveva voluto fortemente la partecipazione a questa manifestazione e ci siamo riusciti centrando la qualificazione ad una finale che è un grande traguardo e che offre prestigio anche alla nostra SuperLega", - ha dichiarato l'allenatore della Trentino Diatecx Angelo Lorenzetti al termine della semifinale.

La Trentino Diatecx si è assicurata questa opportunità imponendo con autorità la propria legge rispetto agli avversari.