Influenza: parte ufficialmente la campagna vaccinale per il 2018

Influenza: parte ufficialmente la campagna vaccinale per il 2018

Prospero Rigali
Novembre 9, 2018

"Il numero di accessi - ha detto Giancarlo Ruscitti, direttore del Dipartimento Politiche della Salute - nel periodo invernale ai pronto soccorso della Regione Puglia è in notevole incremento. Siamo tra le regioni che consumava più farmaci in maniera inappropriata, ma questo trend sta scendendo ai limiti nazionali quindi i pugliesi hanno iniziato a comprendere che assumere meno farmaci, ma quelli giusti e nel dosaggio corretto, è fondamentale". Nel 2017 il numero di pugliesi a letto con l'influenza è stato di 500mila unità, il 12% di tutta la popolazione. Dobbiamo vaccinarci e dobbiamo farlo tutti. "I vaccini per l'influenza sono sicuri e affidabili e riescono a domare molti dei sintomi che affliggono i potenziali ammalati". "Gli anziani sono i più esposti al rischio ma purtroppo gli untori sono i bambini, sono loro che veicolano il virus - ha detto il vicepresidente della Federazione Italiana medici pediatri Luigi Nigri - per cui se noi vacciniamo i bambini proteggiamo gli adulti e i nostri anziani".

Per Cinzia Germinario, responsabile Osservatorio Epidemiologico Regionale Puglia "l'influenza è una malattia che ha dei costi altissimi sia in termini di morbosità che in termini di ospedalizzazione". "La vaccinazione può essere effettuata dai 6 mesi di vita in un'unica somministrazione per via intramuscolare, mentre per i bambini minori di 9 anni, che si vaccinano per la prima volta, si effettua la somministrazione di due dosi a distanza di circa 4 settimane". Lo scorso anno in Puglia sono stati colpiti da uno dei virus influenzali 435.047 pugliesi (183.553 nel 2016), con 50 ricoveri in rianimazione e 25 decessi, a fronte di una copertura vaccinale del 18,9% dell'intera popolazione (cioè circa 800mila persone), e del 59,4% per gli over 65 anni (al di sopra della media nazionale del 52,7%). La Regione Puglia ha deciso di estendere la vaccinazione gratuita a tutti i bambini con infezioni respiratorie ricorrenti.

Dallo scorso 30 ottobre è stata diramata a tutte le aziende ospedaliere ed universitarie della Regione Puglia, la circolare annuale nella quale sono formulati gli indirizzi regionali e i recepimenti degli indirizzi ministeriali.