Milan, Gattuso:

Milan, Gattuso: "La squadra è con me, Higuain vediamo come recupera"

Minervino Buccola
Novembre 8, 2018

Ma questa è una delle settimane più decisive per il Diavolo, e allora il discorso va distinto tra Europa League e campionato. Ripartire adesso sarà difficile, non è una sconfitta come le altre, stando alla parole di Pradè i ragazzi ora sono nello sconforto più totale, qualcuno in lacrime negli spogliatoi, ma è doveroso riattaccare la spina e ripartire dalla prestazione del primo tempo, ripartire dalle due punte vicine supportate da De Paul e dalle sorprese scoperte ieri, prima tra tutte quella di Ter Avest. Sull'esultanza dopo il gol, il tecnico rossonero ha aggiunto: "Incredibile, ma tutti hanno la stessa determinazione". Higuain ha cercato di proseguire ma non ce l'ha fatta ed ha chiesto il cambio. E' sempre più il Milan di Gattuso e un Milan alla Gattuso. Capitolo acciaccati, in particolare Higuain e Kessie. Kessie ha questi piccoli dolori, ma è normale giocando con questa continuità però ha una soglia alta.

"Suso ha fatto un cambiamento a livello mentale, sta toccando con mano che ha le capacità per poterlo fare", prosegue Gattuso. "Ha il veleno come Cutrone e Inzaghi - ha detto il tecnico - giochicchia troppo ma è importate, lo volevamo per queste sue caratteristiche". Infine ad Udine è sembrato in crescita anche Bakayoko, che ha così risposto alle critiche dopo la gara contro il Genoa. "Anche contro il Genoa aveva fatto una buona prova - lo difende Gattuso -".