Midterm, Trump al reporter della Cnn: 'Lei è un nemico del popolo'

Midterm, Trump al reporter della Cnn: 'Lei è un nemico del popolo'

Prospera Giambalvo
Novembre 8, 2018

Sempre durante la stessa conferenza, Trump ha zittito altri giornalisti che cercavano di porre domande.

Una conferenza stampa fiume, poi le domande scomode, le scintille: Trump prima zittisce e súbito dopo caccia il corrispondente alla Casa Bianca di Cnn. Sui pochi secondi del contatto tra Acosta e la stagista si è però scatenata una polemica furiosa. La portavoce del presidente Sarah Sanders lo ha accusato di averle "messo le mani addosso", portando a riprova un video.

Quando il giornalista ha ricordato come la carovana di migranti sia composta da povera gente e di come il capo della Casa Bianca l'abbia dipinta durante la campagna elettorale, Trump è sbottato: "Tu sei un maleducato, un nemico del popolo, la CNN dovrebbe vergognarsi di averti come corrispondente alla Casa Bianca. Io governo, tu pensa alla Cnn", ha proseguito il presidente cominciando a passeggiare nervosamente avanti e indietro, mentre una dipendente della Casa Bianca cercava di togliere il microfono al giornalista.

La stampa presidenziale americana ha definito "inaccettabile" la sospensione dell'accredito: "Revocare l'accesso alla Casa Bianca è una reazione sproporzionata rispetto alla presunta infrazione ed è inaccettabile", ha denunciato in una nota Olivier Knox, a guida dell'associazione reporter della Casa Bianca. Grazie per il vostro sostegno.

La Cnn ha diffuso un comunicato in cui avverte che "gli attacchi alla stampa da parte del presidente Trump hanno passato il segno". La Cnn non ha dubbi su quanto accaduto: "La portavoce Sarah Sanders ha mentito. Ha fornito accuse fraudolente e citato un incidente che non è mai accaduto".