"Il presidente Ping": la gaffe di Di Maio in Cina

Prospera Giambalvo
Novembre 7, 2018

Su una nota più seria, Di Maio ha chiuso alcuni accordi commerciali che permetteranno finalmente ad arance e limoni italiani di volare direttamente dall'Italia alla Cina.

Il vicepremier e Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, in Cina per promuovere il Made in Italy, ha fatto una gaffe riferendosi al presidente Xi Jinping con un semplice "Ping".

La gaffe del grillino, la prima, è stata commessa dal palco del Forum su Commercio e innovazione, di fronte a una platea di capi di stato e imprenditori come Bill Gates. Il traduttore cinese ha corretto l'errore, facendolo sparire.

Nella conferenza stampa serale di Di Maio, a chiusura della missione in Cina, il lapsus è ricomparso: il presidente cinese è tornato a essere il "presidente Ping".