La Charleston, un omaggio alla 2CV

La Charleston, un omaggio alla 2CV

Bruto Chiappetta
Novembre 4, 2018

Ribattezza Charleston la stessa denominazione delle versione più intrigante della mitica 2 CV è per ora realizzata in un unico esemplare in vista del debutto in pubblico, insieme alla 2CV Charleston a cui si è ispirata all'Eicma, il Salone del ciclo e motociclo che si svolge alla Fiera di Rho a Milano dall'8 all'11 novembre. La moto è stata realizzata da South Garage, tra i principali e rinomati preparatori di motociclette a livello nazionale. L'obiettivo era dare alla moto un imprinting stilistico che richiamasse immediatamente le linee della 2CV, ma senza effettuare interventi invasivi su telaio, ciclistica e motore della moto originale. Stravolgere lo stile esterno della moto ma senza sconvolgere alcuni suoi elementi basilari. Un modello iconico, presentato nel 1948 al Salone di Parigi e sviluppato espressamente per motorizzare una classe sociale prevalentemente contadina, che mai aveva posseduto un'automobile.

Con la serie speciale Charleston, arrivata sul mercato nel 1981, Citroen proponeva un omaggio agli anni Venti, decennio che tra le altre cose viene ricordato per la diffusione del jazz: Charleston è il nome di un ballo che si caratterizza per il suo andamento veloce e brillante, perfettamente associabile al brio e al dinamismo espressi dalla vettura.

Tra tutte le serie speciali, sicuramente la Charleston è quella più conosciuta e di maggiore successo.

La moto Charleston riprende in maniera originale i colori, ma anche le forme arrotondate e i dettagli caratterizzanti dell'omonima 2CV. La 2CV Charleston ebbe un grande successo, e l'ultima 2CV uscita dalle catene di montaggio, il 27 luglio del 1990, fu proprio una Charleston.

La 2CV Charleston, oltre alla tradizionale carrozzeria bicolore giallo-nera, era stata proposta anche con un'altra nuance in abbinamento al nero, Rouge Delage, un bordeaux il cui nome richiama le vetture di lusso assai diffuse nella Francia degli anni Trenta.

E' stato installato un originale portapacchi cromato che richiama il logo Citroën, il "double chevron". Gli scarichi originali della moto con la loro forma a bottiglia si integrano nelle linee arrotondate della livrea.

Il sedile in pelle richiama gli inserti nel serbatoio anch'essi in pelle con cuciture orizzontali.

Come sempre, quando si parla di dettagli, le immagini valgono più di mille parole, dunque eccovi la gallery completa in cui poter apprezzare la grande qualità di questo lavoro.

Anche il frontale presenta espliciti richiami alla vettura 2CV: oltre al singolo faro con il vetro giallo, la vistosa griglia centrale in lamiera bordata con stecche lucidate e poi saldate richiama al centro l'inconfondibile Double Chevron.