Cancro, dieta biologica riduce il rischio: ecco perché

Prospero Rigali
Ottobre 27, 2018

Illusione, ma un tumore su 4...

Le persone che seguono una dieta prevalentemente biologica riducono il rischio complessivo di cancro del 25%. Tutti questi elementi in generale riducono a prescindere il rischio cancro, per questo i ricercatori non sono certi di poter attribuire unicamente al cibo biologico la responsabilità del minor rischio di sviluppare un cancro.

I ricercatori tra il maggio 2009 e il novembre del 2016 hanno preso in esame un campione di 68.946 volontari adulti francesi, che sono stati seguiti per un periodo della durata complessiva di quattro anni e mezzo. Lo studio ha tenuto conto di molti fattori che possono predisporre allo sviluppo di una patolgia tumorale: ad esempio, età, sesso, stile di vita, alimentazione e istruzione.

Tuttavia i risultati di questo studio avranno bisogno di ulteriori conferme derivanti da altre ricerche. Sebbene il numero di persone coinvolte nello studio fosse piuttosto ampio, il gruppo comprende volontari che sono per lo più donne, ben istruiti e molto attenti alla salute. Se lo sono chiesti i ricercatori dell'Università Sorbonne di Parigi, che hanno analizzato i dati relativi a quasi 70mila adulti francesi e sono giunti alla conclusione che chi consuma con maggiore frequenza prodotti di origine organica, coltivati con il solo utilizzo di sostanze naturali, ha minori probabilità di sviluppare un tumore.

"Questa è un'area molto difficile da studiare, ed è molto difficile valutare con precisione il consumo abituale di alimenti biologici".

"Nel complesso, si tratta di risultati interessanti, ma sono molto preliminari", afferma Hu.

Se già un precedente studio aveva collegato una dieta basata per la maggior parte sul junk food a un maggior rischio di patologie cancerogene, ora si vuole sostenere che, anzi, una maggiore frequenza di consumo di alimenti di derivazione bio è da associare, al contrario, a un ridotto rischio di cancro.

Dev'essere poi chiaro che l'obesità e il sovrappeso rappresentano il principale fattore di rischio per l'insorgenza dei tumori in questo ambito: in Europa è stato stimato che circa il 3,2% dei tumori negli uomini e l'8,6% nelle donne sarebbero attribuibili al peso in eccesso. Mentre con la frutta la verdura e altri alimenti bio si eliminano quindi i rischi che possono derivare dal consumo di alimenti che presentano maggiori residui di pesticidi.