Soyuz, guasto dopo il lancio: atterraggio d'emergenza

Soyuz, guasto dopo il lancio: atterraggio d'emergenza

Prospera Giambalvo
Ottobre 11, 2018

Malfunzionamento nel sistema di separazione - Potrebbe essere stato un malfunzionamento del sistema di separazione di uno dei booster del primo stadio del velivolo a causare stamattina l'incidente della Soyuz, lo riferisce una fonte non precisata citata dall'agenzia russa Interfax.

Attimi di apprensione per il lancio della navetta spaziale russa Soyuz che, pochi minuti dopo il lancio, ha riscontrato problemi tecnici ai propulsori e ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza. Inizialmente il lancio sembrava di routine: l'equipaggio si stava dirigendo verso la Stazione Spaziale Internazionale quando il booster, uno dei quattro montati intorno al razzo centrale, ha riportato un malfunzionamento. Secondo le fonti, la comunicazione con l'equipaggio non si è mai interrotta.

Anche il capo dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitri Rogozin, ha confermato che i due astronauti sono vivi. I motori della navicella hanno avuto un'avaria e sono scattate subito le misure di emergenza previste dal protocollo. Subito sono state disposte le procedure per l'atterraggio di emergenza dei due uomini a bordo, che sono atterrati in kazakistan e ha dichiarato la Nasa, sono in buone condizioni. "Viste le circostanze - ha affermato Borisov - i lanci spaziali con persone a bordo saranno sospesi per ragioni di sicurezza finché la situazione non sarà stata chiarita".