Manovra, Bankitalia: ridurre debito, calo valore Btp penalizza banche

Manovra, Bankitalia: ridurre debito, calo valore Btp penalizza banche

Bruto Chiappetta
Ottobre 11, 2018

Lo ha affermato il vicedirettore generale della Banca d'Italia, Luigi Federico Signorini, in audizione in Parlamento sulla Nota al DEF. "Per una valutazione più compiuta occorrerebbero dettagli, non ancora disponibili, sulla composizione, sul disegno e sulle modalità di attuazione delle misure, incluse le relative coperture". E in ogni caso "il perseguimento dell'obiettivo di protezione sociale a cui punta il reddito di cittadinanza non deve disincentivare l'offerta di lavoro". Le oscillazioni del suo valore esercitano i propri effetti anche sui soggetti italiani, famiglie, imprese e istituzioni finanziarie che lo detengono', aggiunge Signorini.

Un elemento di attenzione sono "le coperture della manovra". La Nota sottolinea giustamente che le riforme pensionistiche introdotte negli ultimi venti anni hanno significativamente migliorato sia la sostenibilità, sia l'equità intergenerazionale del sistema pensionistico italiano. È fondamentale quindi "non tornare indietro su questi due fronti, soprattutto quando - come viene messo in evidenza dalle ultime previsioni di lungo periodo della Commissione europea sulla spesa connessa all'invecchiamento della popolazione - i rischi per la sostenibilità dei conti pubblici aumentano anche a causa del peggioramento delle proiezioni demografiche".

"Bankitalia - ha aggiunto - si permette di mettere bocca sul Def, in conflitto di interessi con quelle banche private, d'affari, che verrebbero contrattate da questa manovra finanziaria, che è una manovra che per la prima volta non dà quattrini alle banche private ma ridistribuisce denari alle persone che ne hanno per la prima volta bisogno". Un passaggio dell'intervento è stato poi dedicato alla "spesa per investimenti" che "può avere un impatto positivo sulla crescita del Pil, sempre che gli investimenti concorrano ad accrescere strutturalmente la capacità produttiva". "Stimiamo che il moltiplicatore del reddito associato a questi interventi sia contenuto". D'altronde erano già intervenuti tutti: Moscovici, Junker, Mario Monti, Cottarelli da Fazio, poi Cottarelli da Fazio, e poi Cottarelli da Fazio, e ancora Cottarelli da Fazio, e poi la Fornero, quel che resta del PD, quel che resta di Forza Italia, quel che resta di Renzi, quel che resta dei resti di Berlusconi, svariati burocrati senza volto, quegli strozzini legalizzati del Fondo Monetario Internazionale...mancavano solo il Trio Drombo, Skeletorn, gli Exogini e, per l'appunto, Bankitalia. "Indietro non si torna".