L'ipocrita azzeramento di valore. Mission impossible con Banksy chez Sotheby's

L'ipocrita azzeramento di valore. Mission impossible con Banksy chez Sotheby's

Quintino Maisto
Ottobre 11, 2018

Il misterioso artista - qualcuno ha ipotizzato che l'acquirente de La bambina con il palloncino fosse lui stesso - mostra nel filmato come anni fa installò "segretamente" un meccanismo come quello delle macchine che distruggono i documenti, "in caso finisse all'asta", recita la didascalia che scorre sulle immagini, dove una figura incappucciata, lo stesso Banksy, piazza il meccanismo nella cornice del quadro. L'artista ha poi svelato su Instagram come ha ideato e montato il congegno già diversi anni fa.

Banksy torna a far parlare di sé.

Banksy è un artista in incognito, che non ha mai rivelato la sua vera identità.

Ciò che rende Bansky uno degli (street) 'artist' più ammirati e ricercati del momento è la capacità di trasgredire e sovvertire il concetto stesso di arte ad ogni sua nuova creazione.

L'opera è realizzata con vernice spray e acrilico su tela, montata su una cornice dorata di dimensioni notevoli, e raffigura una bambina che allunga il braccio verso un palloncino rosso a forma di cuore che il vento, che le scompiglia anche i capelli, ha fatto volare via.

Come detto l'autodistruzione del quadro è avvenuta venerdì scorso a Londra durante un'asta. Si illustrerà in questo modo il lavoro dell'artista inglese con uno sguardo retrospettivo, fornendo ai visitatori le chiavi di lettura dell'opera dell'autore attraverso un percorso a suo modo accademico e insolito, per la prima volta in un museo. Tra le altre, nel 2005 entra senza essere scoperto nei quattro musei più famosi di New York e appende alle pareti quadri raffiguranti una donna che indossa una maschera antigas. Il fatto che qualcosa da tutti idolatrato possa essere distrutto in un attimo e che improvvisamente perda tutto il suo valore è probabilmente una critica e una rappresentazione del mondo di oggi. Aveva firma e dedica sul retro e "cornice fatta dall'artista". Il direttore di Sotheby's Alex Branczik ha commentato:"Sembra che siamo appena stati Banksy-zzati". Il venditore nel 2006 aveva acquistato l'opera direttamente dall'artista.