Uffizi, pronto sistema per azzerare code

Uffizi, pronto sistema per azzerare code

Quintino Maisto
Ottobre 10, 2018

Stop alle code, ci pensa un algoritmo elaborato dall'Università degli Studi dell'Aquila ad eliminare le lunghe attese in piedi davanti all'ingresso della Galleria degli Uffizi.

La novità - balzata agli onori delle cronache nazionali - è stata annunciata dal direttore del museo degli Uffizi Eike Schmidt: a ogni visitatore sarà assegnato un orario di entrata. Si tratta di un nuovo sistema di gestione degli ingressi che consente di azzerare le code.

A breve questo strumento azzera-code verrà utilizzato tutti i giorni, divenendo il modo ordinario per entrare agli Uffizi.

L'orario è frutto di un calcolo statistico studiato in un biennio di raccolta dati, che considera tempi di visita e variabili. Cosi' è possibile dare inizio al tour negli Uffizi all'orario programmato senza problemi, "spendendo agevolmente il tempo d'attesa in altri musei o passeggiando per la città".

L'aumento dei visitatori è notevole anche rispetto alla stessa prima domenica di ottobre dell'anno precedente: + 12,6% agli Uffizi, +22,08% a Palazzo Pitti e +23,61% al giardino di Boboli. "Si sono presentati 7561 visitatori in galleria e tutti sono entrati senza rimanere in coda" ha affermato Schmidt. Finalmente niente 'serpentoni' di turisti frustrati, niente spintoni, niente traffico di biglietti abusivi e bagarinaggio, nessun borseggiatore. Ma c'è un altro aspetto da non sottovalutare, che è quello della sicurezza.