Jorit aggredito da un esponente di estrema destra a Napoli

Jorit aggredito da un esponente di estrema destra a Napoli

Quintino Maisto
Ottobre 10, 2018

Jorit (vero nome Agostino Chirwin), è uno street artist italiano di origini olandesi, è nato a Napoli dove ha realizzato alcune fra le sue opere pi famose, come l'effigie di Che Guevara, il ritratto di Maurizio Sarri o Eduardo De Filippo, fino all'icona di Diego Armando Maradona rappresentato a pochi metri dal viso di Niccolò, un bambino autistico, o ancora, Davide Bifolco, ucciso dalla polizia nel 2014. "La struttura è un bene che è stato abbandonato per venti anni e che diventerà la Casa della Socialità, per i bisogni sociali del quartiere - ha spiegato il presidente Danilo Tuccillo - Qualcuno ha voluto manifestare a proprio modo il proprio disaccordo, non so su cosa poi".

In realtà la reazione spropositata del consigliere è figlia di un suo sentimento personale che nutre verso Jorit, in quanto altre motivazioni non ci sono. Street Art - ricostruisce sui social il consigliere di destra - Personalmente favorevole, anche perché prevedeva la partecipazione di ragazzi delle scuole del territorio, ma ciò che mi vedeva perplesso erano le modalità non condivise sulla scelta delle location.

"Purtroppo, e chiedo scusa a tutti i miei amici e chi mi sostiene quotidianamente - ha concluso Lauro - mi sono lasciato tradire dalla emotività e da cieca passione, trasmettendo una personalità intollerante". Lauro si è avvicinato minaccioso allo street artist, intimandogli di sospendere subito la realizzazione dell'opera, minacciandolo ed entrando quasi in contatto fisico con lui: il peggio è stato evitato soltanto da alcuni dei presenti, che si sono frapposti tra il consigliere e l'artista. Il sindaco ha sottolineato "l'opera straordinaria di rigenerazione di luoghi anche tristi che stanno diventando più belli grazie a Jorit". Il Comune di Napoli si era fortemente impegnato per il rilascio di Jorit dopo l'arresto a Betlemme mentre dipingeva un murale con il volto di un attivista palestinese.