Italia-Ucraina, tridente leggero: Bernardeschi e Insigne a scambiarsi posizione

Italia-Ucraina, tridente leggero: Bernardeschi e Insigne a scambiarsi posizione

Minervino Buccola
Ottobre 10, 2018

La carriera con la Nazionale è cominciata nel 2006, quando fu il giovane terzo portiere dell'Ucraina ai Mondiali di Germania che per loro terminarono nei quarti, battuti per 3-0 proprio dall'Italia poi campione del Mondo, partecipando in seguito agli Europei del 2012 e del 2016.

L'Ucraina con lo zoccolo duro dello Shakhtar: "È la squadra più forte nel nostro paese, ma purtroppo tanti calciatori ucraini non giocano titolari. Sono molto vicino al popolo italiano". Non mancherà dunque un tocco brasiliano in campo, sperando che sia sinonimo di spettacolo. Niente da fare invece per l'altro ViolAzzurro Biraghi, al suo posto dovrebbe giocare Criscito.

Italia Ucraina si gioca a Genova stasera, alle ore 20.45 presso lo stadio Luigi Ferraris di Marassi, quando le due formazioni scenderanno in campo per una amichevole internazionale dai molteplici significati, a partire dal doveroso omaggio a una città ferita dalla tragedia del Ponte Morandi. Per il ct azzurro si tratta della messa a punto in vista del match di domenica contro la Polonia, già decisivo per quanto riguarda la Uefa Nations League. In questo periodo è molto difficile trovare equilibrio con i giocatori. Bernardeschi, che alla Juve fa la mezzala, potrebbe svolgere il ruolo di falso 9 in attacco, con Chiesa e Insigne a coadiuvarlo sulle fasce. In difesa dovrebbero esserci Alessandro Florenzi, la coppia juventina composta da Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini al centro e uno tra Emerson Palmieri e Mimmo Criscito ad occupare la corsia di sinistra.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Criscito; Verratti, Jorginho, Barella; Chiesa, Immobile, Insigne. Nell'Ucraina spazio a Yaremchuk unica punta, con Yarmolenko che parte dalla panchina, e Marlos, Zinchenko, Malinovskyi, Konoplyanka alle sue spalle.