Il pregiudicato a Report:

Il pregiudicato a Report: "Coi biglietti Juve facevo 40mila euro a settimana"

Minervino Buccola
Ottobre 10, 2018

Un altro filone d'inchiesta, invece, parte dal suicidio di Raffaello "Ciccio" Bucci morto il 7 luglio 2016 dopo esser stato interrogato il giorno prima dai pubblici ministeri.

Altra anticipazione di Report sul mondo ultras che c'è intorno alla Juventus. Si tratta delle dichiarazioni del pregiudicato Andrea Puntorno, capo dei Bravi Ragazzi, ovvero uno dei principali gruppi ultras juventini, ma pure vicino al clan calabrese dei Macrì e al clan agrigentino de Li Vecchi. E' questo quello che emerge dall'inchiesta "Alto Piemonte" che ha rivelato l'esistenza di una gestione della vendita di biglietti da parte degli ultras costantemente a contatto con esponenti della criminalità organizzata ma anche con la dirigenza bianconera. 30, 40, 25mila euro a settimana.

"Il business sui biglietti c'è, mi sono comprato due case e un panificio. E' sempre stato così". Forniamo noi i biglietti loro. Nelle ore precedenti al suicidio ci sono state dinamiche impressionanti, che abbiamo raccolto tramite testimonianze. Mostreremo documenti e intercettazioni che riguardano i dirigenti della Juventus. "La puntata sull'inchiesta "Alto Piemonte" farà un po' di rumore anche a livello internazionale, anche perché non è coinvolto soltanto Marotta, ma tutta la dirigenza della Juventus, è un vero e proprio mostro vedendo il materiale, è qualcosa di impressionante".

"Cosa c'è dietro il misterioso suicidio di un ultrà juventino?" Un'avvincente inchiesta dove si intrecciano i rapporti tra spie, ultrà, mafia e calciatori.