Germania, Merkel rimuove il capo degli 007 per salvare la coalizione

Germania, Merkel rimuove il capo degli 007 per salvare la coalizione

Prospera Giambalvo
Settembre 22, 2018

Berlino, 19 set - Cambia ruolo Hans-Georg Maassen, capo degli 007 fino a qualche ora fa. E il ministro dell'Interno, lo scorso lunedì a Ratisbona, si era detto ottimista circa il raggiungimento di un accordo e si era opposto al licenziamento del capo dei servizi, che da lui dipende.

Rimosso dall'incarico il capo dell'intelligence interna tedesca, Hans-Georg Maassen, accusato di contiguità con l'estrema destra è stato rimosso dall'incarico. L'annuncio è giunto dopo un vertice d'emergenza della Grosse Koalition: Maassen sarà trasferito a un altro incarico e "diventerà segretario di Stato presso il ministero dell'Interno", ha fatto sapere il governo al termine dell'incontro, a cui partecipavano Merkel per la Cdu, il ministro dell'Interno Horst Seehofer della Csu e la leader della Spd Andrea Nahles. Maassen metteva solamente in dubbio la veridicità delle riprese, in particolare di un video, poiché sono stati presi in visione filmati pubblicati sui social network, quindi verosimilmente falsi.

Su Maassen hanno pesato i sospetti di collusione e vicinanza all'AFD, il partito di estrema destra Alternativa per la Germania giudicato da molti espressione politica dei molti gruppi neonazisti che preoccupano la Germania.

La coalizione della cancelliera ha deciso di rimuovere Maassen, accusato di eccessiva morbidezza verso l'estrema destra e finito nella bufera per i rapporti non proprio chiari con l'Afd.

La cancelliera aveva condannato con durezza la "caccia agli stranieri" di quegli scontri risalenti al 7 settembre. Ha però riconosciuto di avere incontrato dei membri dell'AfD, ma come afferma che faccia regolarmente con una serie di personalità di tutto il mondo politico.