F1, ufficiale: ecco come saranno le monoposto dal 2021

F1, ufficiale: ecco come saranno le monoposto dal 2021

Minervino Buccola
Settembre 16, 2018

Nonostante l'esclusività della riunione era trapelata un'immagine di una possibile monoposto Ferrari del futuro, un rendering dove emergeva un rivoluzionario quanto futuristico design improntato ad una migliore aerodinamica, quindi ad una maggiore facilità di sorpasso che si tradurrà in gare più spettacolari. Per la stagione 2019, la F1 ha già annunciato un'ala anteriore semplificata con una campata più ampia e un potenziale di scarico ridotto, un condotto del freno anteriore semplificato senza alette e un'ala posteriore più ampia e profonda.

La vettura mostrata durante la presentazione prende spunto dalla Ferrari SF71-H adattata alle specifiche future: di primo impatto si notano ali più larghe e semplici, specialmente quella anteriore con degli endplate verticali molto marcati, riprendendo un pò la soluzione dalle attuali monoposto di Formula E; un abitacolo molto arretrato così come l'estensione dell'Halo e dei sidepod stretti e molto compatti.

La parte più interessante, però, sembra quella posteriore.

Il 2021 è l'anno preso in considerazione come linea di frontiera a demarcare una netta distinzione tra quello che diventerà il passato della Formula 1 moderna, in soldoni l'era di Bernie Ecclestone al ponte di comando, e quello che sarà il futuro, ovvero la visione di Liberty Media (l'attuale dirigenza): la scelta dell'anno non è presa a caso, perché nel 2020 scadranno tutti quegli accordi che attualmente regolano il complicato ambito tecnico-politico della massima Formula. Risalta all'occhio la parte posteriore, con il cofano motore che appare collegato all'ala posteriore ( cosa che accadeva nel 2010 quando le pinne si raccordavano direttamente all'alettone). Il punto d'incontro con i team sui regolamenti del 2021 va ancora trovato.

Quello che abbiamo stabilito all'inizio della nostra ricerca è che le macchine che abbiamo ora sono molto cattive nel seguirsi a vicenda. "Vogliamo creare una categoria alla quale in tanti vogliano partecipare". La Formula 1 è l'apice del motorsport e l'auto dovrebbe essere sensazionale. La prima è che anche se si riuscisse a scrivere un regolamento con in testa un concetto di monoposto o uno spirito alla base della definizione delle forme geometriche, la Formula 1 è tale per cui i progettisti hanno la possibilità di disegnare vetture andando a fare letture smaliziate delle regole, spingendo sui confini dell'interpretazione. Vogliamo macchine che emozionino i giovani.