Bohemian Rhapsody: Malek risponde alle critiche sulla sessualità di Mercury

Bohemian Rhapsody: Malek risponde alle critiche sulla sessualità di Mercury

Quintino Maisto
Settembre 16, 2018

Bohemian Rhapsody avrà come protagonista Rami Malek nei panni di Freddie Mercury. In molti accusavano la pellicola per l'assenza di accenni all' AIDS e all' omosessualità di Freddie Mercury. L'attore ha ora sottolineato, in un'intervista con la rivista Attitude, che le dichiarazioni sono suscitate da un breve teaser: "Per prima cosa devo dire che non penso il film cerchi di evitare la sua sessualità o la malattia che lo ha consumato, che si tratta ovviamente dell'AIDS".

Descritto come un importante e potente biopic sulla figura del leggendario Freddie Mercury, Bohemian Rhapsody porta al pubblico la musica mai dimenticata e intramontabile della band dei Queen. "Un vero peccato che le persone facciano commenti del genere dopo aver visto solo un minuto di trailer." ha dichiarato il giovane attore.

Il film doveva avvicinarsi alla cosa in modo delicato.

Ti mostra quanto resilienti possano essere gli esseri umani e quanto ci basiamo sulla forza dei nostri amici e della nostra famiglia per superare momenti difficili. Questa pandemia è ancora una terribile minaccia per così tante persone nel mondo, una realtà per così tanti che penso sarebbe un peccato non affrontarlo. Gli altri membri dei Queen saranno interpretati da Joe Mazzello (il piccolo Tim Murphy di Jurassic Park), a cui è andato il ruolo del bassista Joe Deacon; da Ben Hardy (X-Men Apocalisse), a cui è stato affidato quello del batterista Rogert Taylor; e da Gwilym Lee (Jamestown, Midsomer Murders), che interpreterà invece il chitarrista Brian May.

La pellicola, distribuita da 20th Century Fox vede al timone il regista Dexter Fletcher, che aveva proseguito il lavoro iniziato da Bryan Singer.