Ryanair, sciopero il 28 settembre del personale di bordo

Bruto Chiappetta
Settembre 14, 2018

Braccia incrociate in Italia, Belgio, Olanda, Portogallo e Spagna. Ad annunciarlo è Didier Lebbe, portavoce del sindacato belga Cne, promotore della mobilitazione insieme ai rappresentanti dei lavoratori di Paesi Bassi, Italia, Spagna e Portogallo. Lo chiediamo anche alla Commissione europea. Il leader sindacale ha poi minacciato "uno sciopero al mese fino a quando la situazione non cambierà".

O'Leary si è dichiarato deciso a resistere all'ondata di proteste che sta investendo la sua compagnia.

È stato annunciato da Fit Cgil e Uiltrasporti, che nel comunicato stampa diramato nelle ultime ore hanno specificato come da decenni la low cost irlandese e il proprio management "continuino a ignorare le leggi e adottare una cultura intimidatoria". Allo sciopero parteciperanno anche i lavoratori della Cgil.

La compagnia, da parte sua, ha cercato di correre ai ripari e rassicurare i viaggiatori: "La maggior parte dei voli e dei servizi Ryanair funzionerà normalmente - si legge in una nota firmata dal direttore del marketing, Kenny Jacobs - e trasporteremo la stragrande maggioranza dei 400mila passeggeri attesi quel giorno".