Chi è Asselborn, il ministro che ha litigato con Salvini

Chi è Asselborn, il ministro che ha litigato con Salvini

Prospera Giambalvo
Settembre 14, 2018

Diverbio, con imprecazione, tra Matteo Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo Jean Asselborn al vertice di Vienna durante l'intervento del vicepremier leghista. "Lettura" dell'invasione di immigrati che ovviamente non è andata giù al titolare del Viminale. "Sentivo qualche collega prima di me dire che abbiamo bisogno di immigrazione perché la popolazione europea invecchia, io ho una prospettiva completamente diversa - afferma Salvini - Io penso di essere al governo e di essere pagato dai miei cittadini per vedere i giovani tornare a fare quei figli che facevano qualche anno fa, e non per espiantare il meglio dei giovani africani e rimpiazzare europei che per motivi economici non fanno più figli".

"Quello con la Germania, che non ho ancora firmato, sarà un accordo a tempo, fino a novembre, a saldo zero, non riguarderà il pregresso e sarà sottoscritto se la Germania ci darà una mano a sostenere il cambio delle regole della missione Sophia, che per colpa del Governo Renzi ha sbarcato in Italia 45mila persone".

"Il Ministro del Lussemburgo - spiega - ha dichiarato stamattina che in Europa "abbiamo bisogno di immigrati perché stiamo invecchiando". Io non l'ho interrotta, mi lasci finire". Guardate la sua reazione, non l'ha presa bene.

Oggi, si è nuovamente lanciato in difesa delle politiche di accoglienza dei migranti non riuscendo a trattenere una frase poco ortodossa (Merde alors) dopo alcune dichiarazioni del ministro dell'Interno italiano secondo cui l'Italia non ha "l'esigenza di avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più".

A questo punto il ministro degli Esteri del Lussemburgo ha interrotto Salvini dicendo: "io sono il ministro del Lussemburgo e controllo le mie finanze e voi in Italia dovete occuparvi dei vostri soldi per aiutare a dare da mangiare ai vostri figli, merde alors".