Cambiare batteria all'iPhone diventerà più caro da gennaio

Cambiare batteria all'iPhone diventerà più caro da gennaio

Saba Mula
Settembre 14, 2018

Le vendite di Apple Watch sono aumentate del 40% in un anno, e ora arriva la quarta generazione, con un nuovo processore, display maggiorato di un terzo ma dimensioni esterne pressoché invariate. A completare la serie c'è l'iPhone XR, disponibile in vari colori a partire da 749 dollari (in Italia da 889 euro), decisamente meno dei 999 dollari di partenza dell'XS e dei 1.099 dell'XS Max. La manovra proposta da Trump porterebbe nuove entrate per 200 miliardi di dollari ma, secondo Apple, farebbe aumentare i prezzi di Apple Watch, AirPods, Homepod, Mac e altri prodotti. Il risultato: un iPhone XS che si propone come successore puro del modello X dell'anno scorso, un modello XS Max che possiamo considerare inedito e un modello XR pensato per sostituire l'iPhone 8 di taglia piccola del 2017.

Le custodie in silicone per iPhone XS e XS Max sono le più colorate e sportive.

Nuove funzioni che permettono un tracciamento del battito cardiaco più preciso e la la capacità di rilevare le cadute e far partire, se necessario una chiamata di emergenza in automatico. Fra le opzioni a disposizione anche quella con una memoria di 512GB. La dotazione hardware è la stessa dell'iPhone XS Max, che però ha uno schermo da 6,5 pollici contro 5,8 e una batteria potenziata. Tra di esse sicuramente quella che non è passata inosservata è la possibilità, finalmente, di usare l'iPhone anche con una doppia SIM in simultanea.

Il primo prodotto presentato è stato il nuovo orologio tech, chiamato Apple Watch 4. Lo storage interno sarà da 64 GB, 256 GB oppure 512 Gb.

L'iPhone Xr ha una grandezza di 6,1 pollici e una fotocamera con obbiettivo singolo da 12 megapixel, ma è comunque dotato dell'innovativo chip Bionic A12 e Face ID.

iPhone XS saranno disponibili al pre-ordine dal 14 settembre con consegna prevista per il 21 settembre. Anche se più economico dei tre, l'iPhone XR possiede diverse caratteristiche dei suoi fratelli maggiori, tra cui fotocamera TrueDepth, FaceID, fotocamera da 12MP con grandangolo, stabilizzatore ottico d'immagine e nuovi sensori, oltre che smart HDR e modalità Ritratto con Delta Control; e ancora, processore A12 Bionic e batteria più duratura (si parla di 1 ora e mezza di durata in più rispetto all'iPhone 8 plus).

Proprio le ultimissime ammiraglie progettate a Cupertino, come raccontato nel nostro approfondimento alla scheda tecnica, sono Dual-SIM ma in realtà solo nei due device potrà essere posizionata una sola scheda fisica, l'altra sarà al contrario un eSIM molto più pratica e comoda. Per accedere alla tanto attesa e-SIM sarà necessario sborsare 409 euro, o 439 euro nel caso della variante con cassa da 42mm, mentre per quanto riguarda il 4, si parte per la versione GPS + Cellular, da 539 euro, fino ad arrivare ai 1579 euro della versione Hermès con GPS + Cellular.