Pensioni ultime notizie: Quota 100 da 62 anni, Salvini spiazza tutti

Pensioni ultime notizie: Quota 100 da 62 anni, Salvini spiazza tutti

Bruto Chiappetta
Settembre 12, 2018

Detto ciò, ancora dubbi sulle coperture della misura; cioè Quota 100 con 62 anni e possibilità di smettere di lavorare con 41 anni di contributi, o addirittura 38, a prescindere dall'età anagrafica. Due le idee prese in considerazione: introdurre Quota 100 come ulteriore strumento per la gestione di esuberi aziendali; oppure di estenderla ad un numero maggiore di soggetti però con l'introduzione dei paletti (minimo relativo all'età fissato a 64 anni o ricalcolo contributivo dell'assegno previdenziale). Faremo quota 100. Per me però il limite dei 64 anni è troppo alto. È stato lo stesso Ministro dell'Interno ad annunciarlo nel corso della sua intervista per Porta a Porta, durante la quale ha anche confermato che presto avrà un incontro con Silvio Berlusconi.

Sulla pace fiscale, intanto, è intervenuto ancora il vecepremier: "E' per quelli che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, per chi è in contenzioso con Equitalia - ha specifica il titolare del Viminale a Porta a Porta -". "Non è un regalo - ha assicurato Salvini - è gente che è disperata, che pagherebbe il 10% del dovuto, gente che per riavere un conto corrente, correrebbe a pagare". Non appena lasciato il vertice con gli economisti della Lega, si è recato nel salotto di Bruno Vespa e ha spiegato che, il suo partito, sulle pensioni aveva trovato la quadra. Per quanto riguarda la prossima manovra, ci saranno "l'inizio dello smontaggio della Fornero, l'avvio della Flat tax, la pace fiscale e l'avvio del reddito di cittadinanza purché non sia assistenza. Tutto questo rispettando i vincoli europei".

Il ministro dell'Interno torna anche sul caso della nave Diciotti, per cui è stato indagato per sequestro di persona aggravato: "Faccio in modo che le navi non arrivino". Se risuccedesse rifarei esattamente quello che ho fatto, mettendo in sicurezza donne, bambini e malati. E' questa la priorita' dei Gruppi parlamentari della Lega per il Def. Se il Pd, dopo il tempo sciupato, vuole continuare a fare sterile polemica, faccia pure. "Ovviamente non sarà solo sull'immigrazione, ci sarà un taglio dei costi, non più 35 euro ma taglieremo 10/15 euro giornalieri ai migranti", ha concluso. "Se c'è accordo si va fino in fondo". Si tratta, infatti, di convincere l'ala forzista che fa capo ad Antonio Tajani, sin dal primo momento la più contraria a 'rivotare' Foa, L'unica certezza è che giovedì il presidente della Vigilanza, Alberto Barachini convocherà la Commissione per accelerare l'uscita dallo stallo e colmare il vuoto di governance dell'azienda di viale Mazzini. Non mi fido di chi è stato condannato a qualche anno.