Iliad è il primo operatore ad aggiudicarsi la frequenza 5G

Iliad è il primo operatore ad aggiudicarsi la frequenza 5G

Bruto Chiappetta
Settembre 12, 2018

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, ieri ha "acceso" a Bari la prima antenna 5G che rispetta gli standard internazionali del 3GPP (Third Generation Partnership Project) - l'ente incaricato di formalizzare le tecnologie di telecomunicazione.

L'accensione di ieri a Bari apre la strada alla cosiddetta seconda fase, poiché si è passati da test su infrastrutture "pre-standard" a quelli su antenne "standard", quindi conformi alle specifiche 3GPP per il rilascio della versione Non-Standalone New Radio dell'architettura 5G. BariMatera5G è il progetto con cui TIM, Fastweb e Huawei si sono aggiudicate congiuntamente il bando di gara del MISE per la sperimentazione della nuova tecnologia 5G nelle due città.

Fiera, Di Maio accende la prima antenna 5G
Dalla sanità ai sistemi 'Smart city', il progetto Bari Matera 5G passa alla fase 2: "Copertura completa entro il 2019"

"Per il modello di 'Città Intelligente', si potranno invece osservare due nuovi sistemi ecosostenibili, sviluppati con Olivetti: il primo permette di ridurre i costi dei consumi elettrici; il secondo di monitorare la disponibilità dei parcheggi in specifiche aree della città", ha spiegato TIM. I visitatori ad esempio potranno anche scoprire le nuove frontiere della Sanità 5.0 grazie al progetto sviluppato per l'RCCS 'Giovanni Paolo II' di Bari, nel campo della Telemedicina. Nella foto, da sinistra verso destra, Andrea Lasagna, Technology Officer di Fastweb; Elisabetta Romano, Chief Technology Officer di TIM; Luigi De Vecchis, Presidente di Huawei Italia. A partecipare alla gara [VIDEO] dovevano essere in realtà ben 7 operatori: da quelli sopra elencati mancano infatti Linkem e Open Fiber che non hanno però presentato la propria offerta e dunque sono state in automatico escluse dalla gara in corso. Attraverso algoritmi innovativi basati su Intelligenza Artificiale per il riconoscimento facciale e di situazioni anomale, la soluzione è in grado di attivare automaticamente, in caso di necessità, tutte le procedure necessarie che consentono di incrementare la sicurezza dell'area portuale, aumentandone ulteriormente l'attrattività turistica e commerciale. Dimostrazioni "live" riguardanti i principali ambiti di applicazione della nuova tecnologia, con particolare attenzione a Smart City, Public Safety e Virtual Reality. Sempre in ambito Public Safety è stata illustrata anche la funzionalità di 5G e Wearable devices, il servizio realizzato per la videosorveglianza in mobilità in grado di raccogliere in tempo reale i flussi video provenienti da diverse sorgenti dislocate a terra (smartphone, encoder, videocamere, action-cam), a mare (encoder su imbarcazioni) ed in aria (encoder e smartphone su elicotteri ed encoder/payload su droni); si tratta di un'evoluzione del servizio Public Safety già oggi impiegato dalle principali Questure Italiane. Per l'Industria 4.0 è stata poi realizzata una piattaforma di Realtà Aumentata con lo scopo di fornire formazione e assistenza remota agli addetti.

Huawei ha ricordato che "la ricerca, gli investimenti sul territorio e la collaborazione con l'ecosistema dei partner sono alla base della filosofia" dell'azienda. "Crediamo che sia un passo significativo per la creazione di servizi digitali e un'opportunità di sviluppo non solo per la Puglia ma per tutta l'Italia". La rete 5G realizzata a Bari e Matera consentirà - stando al progetto - una capacità trasmissiva 10 volte superiore a quella del 4G.