Moto Gp, Valentino Rossi:

Moto Gp, Valentino Rossi: "Il circuito Austria mai molto positivo per noi"

Minervino Buccola
Agosto 10, 2018

Altro dato statistico: Rossi, in Austria, non è mai andato sul podio in MotoGp (miglior risultato, il quarto posto del 2016).

Per il pilota di Tavullia i problemi sono più o meno gli stessi, in aggiunta, dopo pochi giri il 'Dottore' è stato costretto a fermare la moto a causa di un guasto.

Poi, spazio, ai soliti problemi della Yamaha che in Repubblica Ceca hanno penalizzato ancora una volta il 46: "Diciamo che non siamo in un momento tecnico indimenticabile, ma bisogna essere bravi a tenere duro". A Brno abbiamo lavorato nei test di lunedì e lo abbiamo fatto nei punti giusti, però per migliorare non è così facile, anche se ci speriamo perché il campionato è ancora lunghissimo. Riesco a guidare preciso, riesco ad entrare in curva forte. Non credo quindi che sia il caso di provare a stravolgere tutto: "a livello di assetto più di quello che facciamo ora non so se saremmo in grado di fare e credo che il nostro lavoro dovrebbe proseguire così". "Ma la moto di quest'anno è migliorata e cercheremo di fare un buon weekend e lottare per il podio".

La rincorsa della Yamaha alla vittoria, che le manca da 20 gare, riparte dall'Austria, ma la strada appare in salita.

Valentino Rossi sa bene che l'appuntamento austriaco rappresenta un'insidia: a ricordarlo, in maniera eloquente, l'andamento del gran premio dello scorso anno che, come ribadito dallo stesso VR46, lo ha visto soffrire particolarmente. "In questa situazione ci vogliono delle persone che si prendono delle responsabilità, altrimenti continueremo a vivacchiare". Non mi piace. Inoltre è anche pericolosa.