Notte di San Lorenzo 2018: dove e come vedere le stelle cadenti

Notte di San Lorenzo 2018: dove e come vedere le stelle cadenti

Saba Mula
Agosto 9, 2018

Agosto è il mese tradizionale in cui si osservano le stelle cadenti più famose. Secondo quanto riporta Quotidiano.net le condizioni meteo della notte tra il 9 e il 10 agosto saranno perfette.

A dirlo è Gianluca Masi, astrofisico del Virtual Telescope Project, che aggiunge: "La Luna sarà nuova l'11 agosto e quindi non intralcerà in nessun modo la visione delle tipiche scie luminose".

La maggiore concentrazione di meteore si potrà osservare tra il 12 e il 13 agosto, nelle ore che precedono l'alba.

In passato infatti l'attività massima di questa pioggia di meteore si verificava intorno al 10 agosto, ma "da quando lo sciame è stato studiato per la prima volta, come sciame ricorrente, il picco è slittato nel tempo, passando al 12-13 agosto" spiega Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai).

Lo spettacolo delle stelle cadenti sarà straordinario: l'assenza della Luna, infatti, consentità di avvistare un numero enorme di meteore con una visibilità assolutamente migliore. Per osservarle al meglio si deve scegliere un luogo buio. Lo sciame delle Perseidi è originato dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862 e l'ultimo passaggio risale al 1992. Questi granelli penetrano a gran velocità nell'atmosfera terrestre, bruciandosi e lasciando la loro caratteristica scia. In collina o sulla spiaggia: i romagnoli e i turisti si preparano a vivere la notte di San Lorenzo, con gli occhi rivolti verso il cielo. La pioggia di stelle ricorda le scintille dei carboni ardenti su cui il santo fu bruciato.