Sesso con le piante, pteridophilia a Palermo

Sesso con le piante, pteridophilia a Palermo

Quintino Maisto
Agosto 8, 2018

I giovani del video rappresenterebbero, dunque, attivisti ecosexual (movimento ambientalista), mentre intrattengono rapporti sessuali molto intensi con le felci nelle foreste di Taiwan.

Il video è stato pubblicato su Facebook nel gruppo "Palermo alza la voce" e ha scatenato centinaia di commenti. Sebbene all'ingresso un cartello metta già in guardia dal contenuto forte delle immagini, vietando l'ingresso ai minori di 16 anni.

Adesso interviene l'Associazione Siciliae Mundi, con il suo presidente, Loredana Novelli (nella foto), che attacca il Comune e chiede anche un intervento.

Intanto Salvo Coppolino e Edoardo De Filippis, esponenti provinciali di Diventerà Bellissima, dicono: "Esporre dei monitor che trasmettono esplicite scene di sesso è di una volgarità senza limiti: logica avrebbe voluto che tali espressioni artistiche (se così si possono definire) fossero esposte in un luogo chiuso con chiare indicazioni sul tenore dei contenuti, evitando di suscitare le giuste proteste di chi, tra i visitatori, ha avuto la sventurata idea di portare bambini. Il video va rimosso". L'accordo individua lo Skal Palermo come capofila dei Club italiani e quindi ambassador nei confronti di tutti gli operatori turistici professionali aderenti a Skal International nel mondo. "Ci piacerebbe inoltre conoscere e avere copia delle relazioni tecnico-artistiche che hanno motivato le scelte per l'inclusione dell'artista".

Schicchi fa sapere che al momento "l'installazione è spenta" e che si trova "in un'area non immediatamente visibile". "All'Orto Botanico - dice - i bambini possono accedere solo accompagnati dai genitori".

"Questo accordo - ha commentato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando - segna un salto di qualità nella possibilità di comunicare soprattutto nel mercato estero la presenza di Manifesta 12 a Palermo come grande evento culturale del 2018". Sul presunto contenuto pornografico dell'opera Schicchi replica: "E' una forma d'arte, sulla quale personalmente ho dei dubbi, ma se Manifesta la propone avrà una valenza".

Manifesta ha riconosciuto Skal come unica organizzazione internazionale di operatori turistici presenti nel mondo capace di veicolare non solo il programma di eventi, ma anche l'immagine di Palermo come destinazione turistica. Non siamo bigotti ma ci sono vari modi per poter esprimere istanze. A scatenare indignazione è la video installazione dell'artista cinese Zheng Bo dal titolo "Pteridophilia", letteralmente passione per la felce.

Rosario Schicchi, direttore dell'orto botanico dichiara che "sin dall'inizio ho chiesto di collocare un cartello che vietasse la visione ai minori di 16 anni e che l'audio fosse ascoltabile solamente tramite cuffie, per far si che non si si potesse ascoltare in diffusione ambientale ho richiesto del personale vigilasse sul pubblico".