Udienza 12 settembre, Chievo, Serie A salva

Udienza 12 settembre, Chievo, Serie A salva

Minervino Buccola
Agosto 7, 2018

La società Fc Crotone non può adire la giustizia ordinaria nel caso delle plusvalenze del Chievo ed allora lo fanno i cittadini di Crotone.

La data cade dopo tre giornate di campionato: cosa succederebbe in caso di condanna del Chievo, con penalizzazione afflittiva sullultima stagione e con retrocessione in Serie B? Il primo deferimento aveva portato a un nulla di fatto, complice un vizio di forma (la mancata notifica allo stesso Campedelli della convocazione in Procura). In questo modo però i tempi si erano allungati, nel frattempo la gara del Chievo con la Juventus per la prima di campionato era stata addirittura anticipata, mentre la Figc per metterci la ciliegina sulla torta, aveva rigettato la richiesta del Crotone di far slittare il campionato. Insomma, il calcio italiano si era dimostrato per quello che è.

Una indagine che potrebbe portare sin da subito dall'acquisizione e da sequestri di documenti sia nella sede dell'AC Chievo che in quelli della Procura e del Tribunale federale sportivo che, intanto, con una scelta di rara spregiudicatezza, ha convocato il processo sportivo a carico del Chievo per il prossimo 12 settembre, quando sarà praticamente impossibile retrocedere la società veneta per illeciti amministrativi eventualmente riscontrati. Negli esposti i cittadini di Crotone chiedono anche l'eventualità di disporre il sequestro cautelare della società Chievo Verona.