Don Marco contro i preti pedofili:

Don Marco contro i preti pedofili: "Piuttosto fatelo con un animale"

Prospera Giambalvo
Agosto 3, 2018

Don Marco Scandelli, parroco di Borgo Maggiore, cercando di esternare il proprio orrore per i preti pedofili che minano la solidità della Chiesa Cattolica, ha finito per sollevare un vero putiferio: il suo post su Facebook racchiude delle sfumature agghiaccianti. Dopo aver compreso che le sue parole sono state inopportune, il sacerdote si è scusato con tutti gli utenti la cui sensibilità è stata urtata, ma questo non è bastato ad evitargli la denuncia dell'APAS, associazione sammarinese protezione animali. "Al limite anche un animale", aveva scritto il sacerdote. Ecco il comunicato apparso sulla pagina Facebook di APAS che informa il sacerdote della denuncia: "L'associazione sammarinese Protezione animali ritiene le affermazioni di don Marco Scandelli: 'Se un prete sente delle "necessità fisiche" piuttosto (scusate il paradosso) si trovi una donna (o un uomo) consenziente e maggiorenne". Don Marco Scandelli ha poi spiegato che il suo era un paradosso e ha affermato: "Un mio post, nel quale condannavo fermamente la pedofilia e mi indignavo contro i sacerdoti che compiono queste azioni schifose, è invece stato volutamente strumentalizzato". E così, un prete che dice quello che pensa contro un'aberrazione, viene messo sotto accusa.

Le sue parole hanno subito generato una gigantesca polemica sui social. L'Aidaa potrebbe anche prendere la decisione di adire a vie legali nei confronti del sacerdote che ha usato quelle parole.