Cancro al pancreas, un composto di cannabis triplica aspettative di vita

Cancro al pancreas, un composto di cannabis triplica aspettative di vita

Prospero Rigali
Agosto 2, 2018

Cancro al pancreas, un composto di cannabis triplica aspettative di vita. Abbiamo trovato che i topi con cancro del pancreas sopravvivono quasi tre volte di più se un componente della cannabis medicinale è stato aggiunto al loro trattamento di chemioterapia. Uno studio condotto in collaborazione dalla Queen Mary University di Londra e dalla Curtin University, a Bentley, in Australia, ha fatto emergere le proprietà curative di una molecola presente all'interno della cannabis, la pianta utilizzata per la produzione di marijuana. Marco Falasca, l'autore principale di questa ricerca, spiega che l'aumento della sopravvivenza delle cavie di laboratorio aumenta di tre volte se questa sostanza estratta dalla cannabis si aggiunge al trattamento chemioterapico a base di Gemcitabina.

I ricercatori hanno valutato gli effetti del cannabidiolo nei topi malati di cancro pancreatico, somministrandolo assieme alla Gemcitabina, un farmaco chemioterapico. Il cannabinoide (cbd), offrirebbe inoltre una parziale copertura contro gli effetti indesiderati delle sedute di chemio quali nausea o diarrea, concorrendo a una migliore qualità della vita del malato. "Il cannabidiolo è già approvato per l'uso nelle cliniche, il che significa che possiamo rapidamente testarlo negli studi clinici sull'uomo". "Se riusciremo a replicare gli stessi risultati sulle persone, il cannabidiolo potrebbe entrare in uso quasi immediatamente senza dover aspettare i tempi tecnici di approvazione di ogni nuovo".