Pensioni, Cavallaro (Cisal): ok quota 100,cambiare presto Fornero

Pensioni, Cavallaro (Cisal): ok quota 100,cambiare presto Fornero

Bruto Chiappetta
Luglio 18, 2018

Questo ritardo fa preoccupare, perché la stima di 42.000 domande di pensionamento di personale docente, dirigenti e personale Ata era già stata resa nota a gennaio del 2018, quindi con un largo anticipo, proprio per dare il tempo di svolgere le certificazioni e gli eventuali approfondimenti nei tempi stabiliti. Quali? Secondo il sindacato "risulta necessario, urgente e soprattutto economicamente sostenibile modificare la legge Fornero, cancellando nel contempo l'ape volontaria, causa di costi iniqui per i singoli e per la collettività".

Se già dal 2019 entrasse in vigore la cosiddetta "quota 100" per il pensionamento anticipato, secondo l'Inps i costi per le casse dell'Istituto di previdenza viaggerebbero tra i 4 e i 14 miliardi di euro l'anno. Dopo di che "a partire dal 2030 gli oneri si riducono, trasformandosi in risparmi intorno all'anno 2040".

Cos'è la quota 100?

"Il conforto dei numeri si aggiunge dunque alla consapevolezza che il turn-over innescato dalla quota 100 comporterebbe, oltre alla corresponsione di contributi e imposte da parte dei nuovi assunti, un indubbio effetto positivo per l'economia anche sotto il profilo dei consumi".

Pensioni anticipate, in arrivo requisiti meno rigidi per la nuova quota 100?

Intanto sul fronte delle pensioni c'è da registrare anche la dura presa di posizione del sindacato dei medici Cimo che annuncia "una opposizione netta alle ipotesi in campo" e "una convinta difesa dei diritti dei medici pensionati, insieme ai i dirigenti del mondo pubblico e privato, in tutte le sedi legali, politiche e istituzionali". Il sindacato si riferisce, in tutta evidenza, al ricalcolo delle pensioni sopra i 4mila euro annunciato più volte dall'esecutivo. Per il presidente dell'Inps, Tito Boeri, la "quota 100" e la "quota 41" (l'uscita dal lavoro per chi ha raggiunto già 41 anni di contributi) avrebbero "un costo immediato di 15 miliardi e poi un costo a regime di 20 miliardi: il rischio è che facciano aumentare il debito mettendo a repentaglio i conti pubblici e facendo schizzare lo spread".

Marcello Pacifico, presidente nazionale dell'Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori (Anief) e segretario confederale Cisal, in comunicato invita l'Inps a confrontarsi con il governo e le parti sociali in merito al superamento della Legge Fornero con l'introduzione della "Quota 100". "Vogliamo ancora credere che lo Stato di diritto sia un pilastro irrinunciabile della vera democrazia, di quella organizzata e non di quella della Fattoria di orwelliana memoria". Si ricorda però che per Opzione Donna il calcolo della pensione viene fatto con il metodo contributivo e non retributivo.