Migranti, naufragio in Libia. Salvini:

Migranti, naufragio in Libia. Salvini: "Bugie e insulti da ong"

Saba Mula
Luglio 18, 2018

Quando stamattina siamo arrivati nella zona dove era stato localizzato il gommone, abbiamo trovato soltanto i resti, insieme ai due cadaveri.

"La guardia costiera libica ha annunciato di aver intercettato una barca con 158 persone a bordo e di aver fornito assistenza medica e umanitaria".

"Matteo Salvini - ha scritto su twitter pubblicando la foto della donna e del bambino - questo è quello che fa la guardia costiera libica quando fa un salvataggio umanitario. Per quanto tempo avremo a che fare con gli assassini arruolati dal Governo italiano per uccidere?".

La superstite, scrive Annalisa Camilli su Internazionale, è una donna originaria del Camerun: è stata ritrovata a pancia in giù, aggrappata a una tavola, dopo aevr aspettato per due giorni che qualcuno arrivasse a salvarla.

Appena poche ore prima, il ministro dell'Interno Matteo Salvini aveva twittato: "Due navi di Ong spagnole sono tornate nel Mediterraneo in attesa del loro carico di esseri umani". Ma all'arrivo della barca della ong, su un gommone sgonfio e sfaldato, c'erano ancora una donna trovata ancora viva sia pure in grave ipotermia, un'altra donna ormai priva di vita così com'era morto anche un bambino. È l'immagine della disperazione assoluta, quella postata qualche ora fa dal deputato di Liberi e Uguali, Erasmo Palazzotto, a bordo di una nave della Ong Open Arms, che questa mattina ha recuperato i corpi di una donna e un bimbo di circa quattro anni morti in mare e tratto in salvo una donna ancora in stato di choc. Il capo del Viminale risponde così alle accuse di Open Arms, che ha indicato la politica dei governi italiani come responsabile dell'ultimo naufragio, come minimo controverso.

La Guardia Costiera libica, a cui l'Italia ha sostanzialmente appaltato il controllo del traffico di barconi che salpano dai porti nazionali verso l'Europa e a cui l'Italia ha dato attrezzature e finanziamenti per lo svolgimento del compito, non starebbe affatto salvando i migranti alla deriva nel Mar Mediterraneo ma anzi distruggerebbe le imbarcazioni che trova nelle vicinanze e abbandona i migranti che si rifiutano di salire sulle motovedette libiche. Adesso mi aspetto che l'Italia faccia la sua parte per prestare soccorso a questa donna sopravvissuta che ha urgente bisogno di cure mediche. "Io tengo duro. #portichiusi e #cuoriaperti". "Sperando che almeno stavolta, davanti all'omicidio di una donna ed un bambino il ministro Salvini abbia la decenza stare zitto".