Thailandia - Salvati i ragazzi intrappolati nella grotta con il loro coach

Thailandia - Salvati i ragazzi intrappolati nella grotta con il loro coach

Prospera Giambalvo
Luglio 11, 2018

I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. Si conclude così un'odissea che ha tenuto la Thailandia, e non solo, con il fiato sospeso. Lo riferisce l'agenzia nipponica Kyodo News. I medici preferiscono tenere i ragazzi in isolamento per escludere contaminazioni per il loro sistema immunitario ancora fragile.

Immediatamente sono iniziate le operazioni di salvataggio durante le quali ha perso la vita Saman Kunan, ex Navy Seal a cui è stata fatale la carenza di ossigeno. All'interno della grotta dunque rimangono solo tre persone. Lo riferisce la Cnn.

E' finito l'incubo per i ragazzi e il loro coach, rimasti intrappolati nella grotta di Tham Luang, in Thailandia. Per tutti il ritorno all'aria aperta è previsto in giornata. "Abbiamo compiuto una missione che tutti giudicavano impossibile", ha raccontato il capo dei soccorsi. "Non e' assolutamente normale", ha sottolineato, "fare immersioni in grotta per bambini di 11 anni". Infine, non da sottovalutare, i rischi di contrarre infezioni, che (come sottolinea anche il dottor Johal) sono dati dalla mancanza di cibo e di sonno. Finora sono otto i ragazzi messi in salvo. Musk aveva twittato che "il mini sommergibile è pronto, nel caso servisse". Ma, assicurano i sanitari, "tutti i ragazzi hanno un buon sistema immunitario proprio perché sono degli sportivi". Due, però, sono sotto antibiotici per un possibile principio di polmonite. A ciascuna delle persone salvate sono state assicurate cure mediche già nell'ospedale da campo allestito fuori dalla grotta.

I ragazzi resteranno in osservazione per almeno 7 giorni. Quando sono arrivate le prime foto dei ragazzi bloccati nella caverna tutti si sono stupiti di quanto fossero calmi quei giovani. Lo ha detto ai giornalisti il responsabile dell'operazione di salvataggio.

Nonostante la pioggia, questa mattina alle 5 ora italiana, sono riprese le operazioni di soccorso. Che dovrebbe essere l'ultimo a uscire, concludendo l'odissea.

Il primo gruppo di quattro ragazzi è stato salvato domenica, seguito da altri quattro lunedì.