Migranti e barconi sulle cartoline: Matteo Salvini umiliato dai Creative Fighter

Migranti e barconi sulle cartoline: Matteo Salvini umiliato dai Creative Fighter

Bruto Chiappetta
Luglio 11, 2018

Anche di questo comunque deve aver parlato il ministro dell'Interno nel colloquio di mezz'ora che il Capo dello Stato gli ha concesso, su richiesta, solo dopo aver precisato che non si sarebbe parlato né di magistratura né di iniziative giudiziarie a carico della Lega (la questione dei 49 milioni che la Corte di Cassazione ha ordinato di trovare nei conti del Carroccio e ovunque si trovino). Ed è un granderisultato di questo governo " Sul tema delle polemiche con le Ong, "abbiamo scoperto dopo duesettimane che due navi di Ong, tra le più attive, battevano bandieraolandese in modo illegale, e che oltretutto non avevano lecaratteristiche tecniche per poter soccorrere il numero di persone sucui normalmente intervenivano. Ma pronta arriva la posizione della Difesa: "Eunavformed è una missione europea ai livelli Esteri e Difesa, non Interni". Ci incontreremo per trovare un punto di accordo. Nei prossimi giorni vi aggiorneremo su un enigma che crediamo sia giunta l' ora di sciogliere: Perché un Partito di Governo con percentuali importanti di consensi non ha ancora un coordinamento Cittadino e Provinciale a Caserta? Si chiamano Creative Fighters e si sono coalizzati contro il Ministro dell'Interno usando l'ironia e l'arte.

Di nuovo tensioni intorno a una nave che ha soccorso alcuni migranti in mare. "Dunque, un ruolo di prestigio che adesso potrebbe essere perso, se davvero il governo guidato dal presidente Giuseppe Conte deciderà di chiamarsi fuori come è stato annunciato dal titolare del Viminale Matteo Salvini". Di fatto, Sophia è una vasta operazione europea, ma coordinata da militari italiani.

Cosa è successo - Il caso nasce perché, secondo le prime ricostruzioni, la Vos Thalassa ieri sera ha raccolto un sos per un barcone in difficoltà nella zona Sar di competenza libica ma la nave italiana è arrivata prima della Guardia Costiera di Tripoli a cui spettava l'intervento.

Porti italiani chiusi anche per le navi militari delle missioni internazionali che dovranno sbarcare altrove - a Malta, in Nord Africa o in altri Paesi Ue - i migranti salvati in acque Sar libiche.