Ilva, ombre su aggiudicazione ad Arcelor - Ultima Ora

Ilva, ombre su aggiudicazione ad Arcelor - Ultima Ora

Bruto Chiappetta
Luglio 11, 2018

In particolare dall'esame della documentazione, sostiene, "non emerge quali siano stati i criteri (predeterminati) di aggiudicazione del contratto che avrebbero "vincolato" il ministero dello Sviluppo economico a preferire la società Am InvestCo alle altre partecipanti, tra le quali- in particolare- la cordata Acciatialia Spa, che aveva offerto la auspicata decarbonizzazione dell'impianto Ilva di Taranto". Inoltre il Governatore pugliese si chiede perchè il governo precedente avesse preferito l'offerta di Arcelor Mittal.

Accitalia infatti prevedeva anche un minor impatto ambientale. Non solo.in campo anche differenze sul perimetro occupazionale, prosegue Emiliano nella lettera. "La cordata AcciaItalia aveva proposto un'evoluzione della dotazione organica che seppur inizialmente in diminuzione avrebbe previsto un incremento sino a 10.500 unità lavorative regime".

Così il segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli, all'uscita dal Mise aggiungendo "siamo sicuramente favorevoli che sul piano ambientale si faccia di più e che sul piano occupazionale ci siano più garanzie rispetto a quelle date finora, ma il tempo è scaduto e per questo è fondamentale che il ministro comprenda che non guardiamo al colore di qualsiasi governo, all'impronta politica, però è decisivo che si arrivi al più presto a delle soluzioni". Tant'è che la Commissione europea ha dato il suo via libera "sotto condizione" ovvero "l'eliminazione del gruppo Marcegaglia dal consorzio di acquisto e numerose cessioni di altri impianti" fatto questo che sostanzialmente cambierebbe il profilo del soggetto aggiudicatario. Di qui la richiesta a Di Maio di "opportune verifiche sulla correttezza della procedura di gara espletata, eventualmente avvalendosi dell'Anac", l'autorità anticorruzione.