Etiopia-Eritrea: storico incontro dopo 20 anni dei 2 leader ad Asmara

Etiopia-Eritrea: storico incontro dopo 20 anni dei 2 leader ad Asmara

Prospera Giambalvo
Luglio 11, 2018

L'Etiopia e l'Eritrea hanno interrotto i rapporti diplomatici dall'inizio della guerra nel 1998. Una accoglienza scandita nelle strade da canti e balli e bandiere dei due Paesi ovunque.

Quest'ultimo, da parte sua, ha reso noto che il suo paese concederà all'Etiopia, priva di sbocchi al mare, l'utilizzo dei suoi porti. È stata annunciata inoltre la ripresa delle linee telefoniche dirette tra i due stati, per la prima volta negli ultimi due decenni. Così il ministro dell'informazione dell'Eritrea ha descritto l'accoglienza riservata al nuovo primo ministro riformista etiope, Abiy Ahmed, che ha iniziato una visita di stato ad Asmara, appena pochi giorni dopo lo storico accordo che ha aperto vere prospettive di pace a oltre vent'anni dallo scoppio della guerra di confine tra Etiopia ed Eritrea, uno dei più lunghi conflitti nel continente africano.

"Ora possiamo superare un ventennio di sfiducia e muoverci in una nuova direzione", ha sottolineato il capo dello staff del premier etiope, Fitsum Arega. L'Eritrea ottenne l'indipendenza dall'Etiopia nel 1993, dopo essere stata a lungo una sua provincia.

La riconciliazione tra i due Paesi ha avuto eco anche a Genova, dov'è folta la comunità eritrea.

Un accordo di pace era stato firmato ad Algeri il 12 dicembre del 2000, ma la demarcazione definitiva della frontiera comune è ancora irrisolta.

Il segretario delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha accolto con soddisfazione la notizia del disgelo tra i due paesi.

Secondo Sky News Arabia, Guterres incontrerà prossimamente il primo ministro etiope. "Oggi è un giorno di festa" ha detto la presidentessa della comunità eritrea genovese, Elsa Weldegheorgis.