Thailandia: uscito un altro ragazzo - Ultima Ora

Thailandia: uscito un altro ragazzo - Ultima Ora

Prospera Giambalvo
Luglio 10, 2018

In questi casi occorre aver pazienza anche se l'immane battaglia contro il tempo è già cominciata da ore. Ogni bambino viene accompagnato da due sommozzatori lungo tutto il percorso; le operazioni di soccorso stanno procedendo: secondo le autorità sarebbero durate due o tre giorni, a seconda delle condizioni meteorologiche. Ecco il vero problema: il clima.

Una volta usciti i piccoli calciatori verranno trasferiti in eliambulanza nell'ospedale di Chiang Rai per essere sottoposti a dei controlli medici dopo essere rimasti intrappolati nella grotta per due settimane. L'unità di crisi che segue le operazioni di soccorso dei bambini ancora intrappolati nella grotta ha confermato ufficialmente il salvataggio di quattro ragazzi e non di sei, come riferito invece in precedenza dal Ministero dell Difesa di Bangkok: nessuna spiegazione è stata fornita in merito alla discrepanza. "Le mamme dei ragazzi sanno di potersi fidare di lui perche' li ama tantissimo". I bambini e il loro allenatore sono stati trovati vivi nella grotta, ma indeboliti dalla fame. Un intero piano dell'ospedale Prachanukroh di Chiang Rai è stato riservato per il gruppo. Stando alle rivelazione di Ben Reymenants lo scorso 23 giugno i ragazzi sono entrati assieme al coach per una sorta di rito di "meditazione" e "iniziazione" e per questo avrebbero lasciato fuori scarpe e zaini per poter uscire il più in fretta possibile.

Al momento restano da trarre in salvo ancora 5 ragazzini e il loro allenatore. Sulla propria pagina Facebook, i Navy Seal thailandesi forniscono aggiornamenti in tempo reale sullo stato dei soccorsi e domenica 8 luglio, prima di iniziare le operazioni di recupero, hanno postato una foto simbolica: le loro mani che stringono quelle di un sub straniero intervenuto nella zona per aiutare portare a termine la missione.

Le operazioni di recupero degli otto ragazzi più l'allenatore intrappolati nella grotta Tham Luang, in Thailandia, sono riprese. Lo riportano i giornalisti presenti sul posto, e anche se non è chiaro chi possa essere all'interno dei veicoli, una simile attività si era vista nei minuti successivi al ritorno in superficie dei quattro ragazzi portati in salvo. Sul prosieguo delle operazioni di salvataggio pesa l'incognita del pericolo piogge.