Sicurezza alimentare, sequestrate 16 tonnellate di surgelati: erano scaduti da anni

Bruto Chiappetta
Luglio 10, 2018

Migliaia di litri di acqua conservata al sole e tonnellate di surgelati scaduti.

Il primo provvedimento di giornata ha riguardato un esercizio commerciale di Bologna. L'uomo è accusato di aver detenuto in cattivo stato di conservazione 3.600 bottiglie d'acqua destinate alla vendita. A tanto ammonta la quantità di cibo che i carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità (Nas) hanno sequestrato a Taranto durante un'ispezione in un deposito all'ingrosso.

Sono stati inoltre scoperti diversi alimenti in cattivo stato di conservazione poiché custoditi in locali non autorizzati e con carenze igienico sanitarie.

Sedici tonnellate di cibi surgelati la cui data di scadenza, superata in alcuni casi da anni, era stata falsificata, sono state sequestrate a Taranto dai Carabinieri del Nas nell'ambito di controlli per la tutela della salute dei cittadini. Le bottiglie sono realizzate con tereftalato e, esposte al calore per un tempo prolungato, rilasciano antimonio e bisfenolo A (o BPA), sostanze nocive per la salute dell'uomo su cui l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) si era espressa nel 2015, rivedendone la quantità massima assimilabile da 50 µg al giorno per chilogrammo di peso corporeo a 4 microgrammi (µg) per chilogrammo.