Pensioni, cos'è quota 41

Pensioni, cos'è quota 41

Bruto Chiappetta
Luglio 10, 2018

Quest'ultimo punto è da anni in cima alle priorità del Movimento 5 Stelle, i quali sono riusciti ad inserirlo anche nel contratto di Governo sottoscritto con la Lega. Ma ci sono dei paletti: al lavoratore è richiesto di aver versato almeno dodici mesi di contributi per periodi di lavoro effettivo (anche non continuativi) svolti prima del compimento del 19° anno di età. Adesso tra la proposta leghista e quella grillina serve trovare una mediazione. I costi della riforma quota 100 e quota 41, infatti, si aggirerebbero intorno agli 11 miliardi di euro nell'immediato e 18 a regime.

Ma in cosa consiste il contributo di solidarietà?

In questo modo chi percepisce un assegno molto basso contribuirebbe in maniera inferiore, mentre chi ha una pensione considerata "d'oro" subirà un taglio maggiore (ma Brambilla non ne specifica una percentuale).

In questo modo quanto decurtato dalle pensioni verrebbe utilizzato per finanziare un fondo di solidarietà. Le risorse andranno su due fondi: uno dedicato alla "non autosufficienza", l'altro invece ai lavoratori deboli.

Non è una novità, si tratta di un provvedimento che esiste già e che consente di andare in pensione prima a quei lavoratori detti precoci che, indipendentemente dall'età anagrafica, hanno cumulato 41 anni di contributi versati. Di cosa si tratta e come cambierà nei prossimi mesi.

Il tema pensioni è caldo in questi giorni.