Inter, Asamoah:

Inter, Asamoah: "Porto mentalità vincente. Juve-CR7? Non ci penso"

Minervino Buccola
Luglio 10, 2018

"Ho iniziato da poco a lavorare con i miei nuovi compagni, ma mi sento già a casa".

Prima giornata di conferenze in casa Inter: al Centro Sportivo Suning, Kwadwo Asamoah ha risposto in diretta su Facebook alle domande dei tifosi e si è presentato alla stampa.

Quando hai capito che la Juve non avrebbe rinnovato il contratto?

"C'era la possibilità di rimanere alla Juve, ma ho deciso di venire all'Inter". - "Avrei potuto restare alla Juventus, ma l'Inter mi ha cercato e sono contento di aver fatto questa scelta. Qui posso ancora migliorare". "Ho scelto l'Inter perché il mister e i direttori mi hanno dato belle sensazioni fin dal primo momento".

"Il progetto di questa squadra mi ha convinto, vogliono sempre migliorarsi rispetto al passato".

Cosa ti ha detto Spalletti?

"I nuovi giocatori ci siamo presentati con i compagni, è stato bello. Siamo stati ricevuti in maniera perfetta". - "Non è mai facile giocarla, si affrontano le squadre migliori".

L'idea di affrontare la Juve con Ronaldo che effetto ti fa? C'è un'opportunità importante per la mia carriera qui ed è per questo che ho scelto i nerazzurri.

"Nessun giocatore può raggiungere gli obiettivi da solo, bisogna essere compatti come squadra e lavorare tutti insieme". Cosa ti hanno detto? Ho giocato spesso in fascia sinistra, a Udine anche a centrocampo. Per questo sono contento di essere qui.

FcIN - Che impatto hai avuto qui? L'Inter è pronta a colmare il gap?

"Questa squadra ha tutto per fare meglio, possiamo fare cose importanti quest'anno".

Sei fisicamente pronto per giocare titolare? Non ho riscontrato problemi fisici negli ultimi anni. Cosa ti ha colpito di questa società? "Non mi dà fastidio, sono qui per fare il massimo".